test
lunedì, Giugno 24, 2024

Ciclabile, pronto a partire il secondo cantiere

«Presto partirà il cantiere della ciclabile che collegherà il centro al comune di Fiumicino passando per Marina San Nicola». Non è nemmeno chiuso il cantiere vecchio della ciclopedonale, che ha innescato tra l’altro tante polemiche di residenti e automobilisti, che è già in rampa di lancio quello nuovo. E proprio in virtù delle proteste che ci sono state, specialmente per quanto riguarda il tracciato di via Venezia, l’assessore ai Lavori pubblici di Palazzo Falcone affronta il tema ai microfoni di Cmr, durante la consueta trasmissione del sabato mattina. «Le trasformazioni che cambiano l’assetto di tutti i giorno possono sconvolgere un po’ ed è forse anche normale, ma andiamo verso un decennio, un secolo della mobilità sostenibile e di sviluppo e tutto questo dobbiamo poi metterlo in campo. Verrà realizzato anche il nuovo parcheggio di piazza Odescalchi». Chiaro riferimento dell’assessore De Santis nei confronti di chi in questo periodo ha alzato un polverone per la ciclabile. D’altronde, per realizzarla, lo scotto da pagare non è stato poco per gli abitanti. Meno parcheggi, viabilità caotica, pista di fronte a negozi e passi carrabili e poca sicurezza lamentata agli incroci, tra cui quello di via Venezia e via Napoli. «Sono convinta che quando il cantiere sarà terminato verrà visto in modo diverso con una trasformazione in positivo. Basta vedere la pista sul lungomare di via Marco Polo e i lavori non sono ancora conclusi per migliorare la zona. Sono fondi regionali e di Città Metropolitana». A proposito, con quelli arrivati da Palazzo Valentini, il Comune ora provvederà a spedire ruspe e operai ai giardini di via Ancona per collegare il centro alla ciclabile di via Corrado Melone a Palo Laziale da cui poi si proseguirà verso San Nicola. I cittadini chiedono celerità perché, tornando ad esempio su via Venezia, gli interventi proseguono a passo di lumaca e non è stato chiarito ancora se per raggiungere la stazione ferroviaria il tracciato verrà costruito davanti alla scuola di via Rapallo. Quello che i ladispolani contestano all’amministrazione comunale è proprio l’assenza di chiarezza sulla progettualità. Tra via Roma e via Primo Mantovani i cordoli continuano ad essere troppi stretti per il passaggio dei mezzi pesanti.

Articoli correlati

Ultimi articoli