test
lunedì, Giugno 24, 2024

Neonato morto dopo una circoncisione abusiva a Montecompatri, la colf condannata a 8 anni e 8 mesi

Una donna di origine nigeriana accusata di aver circonciso un neonato a Montecompatri nel febbraio 2023 è stata condannata a 8 anni e 8 mesi. La pratica sul bambino di appena 21 giorni sarebbe avvenuta per motivi religiosi in casa e con il consenso della mamma del piccolo. Un’attività che la condannata avrebbe svolto abusivamente e senza titoli di studio per 30 anni in Italia all’interno della comunità Nigeriana. Dopo essersi accorti della gravità del bambino dopo l’intervento si sarebbero rivolti ai carabinieri dicendo che il bambino era stato male, i medici del pronto soccorso hanno scoperto l tragica verità. Per lo stesso motivo anche la madre della piccola vittima era stata condannata a 4 anni e 6 mesi di carcere, mentre l’assistente della donna dovrà scontare una pena a 6 anni. I tre si sarebbero rivolti a un La procura aveva chiesto una condanna a 8 anni di carcere.

Articoli correlati

Ultimi articoli