Free Porn
xbporn
domenica, Luglio 21, 2024

Allarme incendi: si teme la mano dei piromani

Da un lato l’ordinanza per prevenire gli incendi durante il periodo estivo che entra in vigore proprio oggi sul territorio. Dall’altra parte le fiamme incontrollate che negli ultimi tempi hanno interessato diverse aree del territorio etrusco. L’ultimo in ordine di tempo quello di giovedì che ha interessato via della Porazzeta. Sul posto si sono subito portati i volontari della protezione civile e i vigili del fuoco di Cerenova. Ci sono volute quattro ore di duro lavoro per domare le fiamme alimentate dal vento che in questi giorni soffia sul litorale. Per fortuna l’incendio non ha interessato abitazioni. Lo stesso però non si può dire per gli alberi, i canneti, le recinzioni e i lampioni presenti divorati dal fuoco. Pochi giorni fa un altro rogo era divampato nella zona San Paolo. L’ipotesi che dietro allo scoppio degli incendi possa esserci la mano di qualche piromane si fa sempre più concreta tanto che ora sono in corso indagini. Quello che si teme è proprio una escalation come accaduto negli anni passati. Intanto, il sindaco Elena Gubetti ha emesso l’ordinanza per prevenire gli incendi durante il periodo estivo che resterà in vigore fino al 15 ottobre. In questo lasso di tempo sarà proibito “accendere fuochi di ogni genere, far brillare mine o usare esplosivi, usare apparecchi a fiamma o elettrici per tagliare metalli, usare motori (fatta eccezione per quelli impiegati per eseguire i lavori forestali autorizzati e non in contrasto con le Prescrizioni di Massima e Polizia Forestale ed altre norme vigenti), fornelli o inceneritori che producano faville o brace; fumare, gettare fiammiferi, sigari o sigarette accese e compiere ogni altra operazione che possa creare comunque pericolo immediato o mediato di incendio; esercire attività pirotecnica, accendere fuochi d’artificio, lanciare razzi di qualsiasi tipo e/o mongolfiere di carta meglio note come lanterne volanti dotate di fiamme libere, nonché altri articoli pirotecnici; transitare e/o sostare con autoveicoli su viabilità non asfaltata all’interno di aree boscate fatta eccezione per i mezzi di servizio e per le attività agro-silvo-pastorali nel rispetto delle norme e dei regolamenti vigenti”.

Articoli correlati

Ultimi articoli