Free Porn
xbporn
giovedì, Luglio 25, 2024

Lo Sport Village della discordia

Fiumicino si prepara ad inaugurare il Villaggio Sportivo Beach Estate 2024: è tutto pronto ma non mancano polemiche al riguardo. A esprimere perplessità sono i consiglieri di opposizione che affermano “La notizia dell’inaugurazione del Villaggio Sportivo Beach Estate 2024 presso il Lungomare della Salute di Fiumicino ci lascia alquanto perplessi e dubbiosi, in particolare su ciò che concerne l’iter di realizzazione e approvazione dell’intera manifestazione”. Dichiarazioni alle quali non è tardata la risposta dell’assessore allo Sport Federica Poggio che ha fornito chiarimenti al riguardo sottolineando la “differenza fra questo evento e quello degli anni passati“. «Tale villaggio sportivo – hanno sottolineato i consiglieri – non costituisce di certo una novità nel panorama degli eventi estivi promossi a Fiumicino. Proprio nel 2022 la stessa Associazione Asd Club Italia Eventi, su indicazione dell’allora Assessorato allo Sport, organizzò la medesima iniziativa, presso il medesimo luogo del Lungomare della Salute. L’unica grande differenza è data dal fatto che l’amministrazione da noi guidata concesse all’evento sportivo una cifra pari a € 4.000,00, mentre oggi praticamente per un programma simile di eventi sportivi e culturali è stato concesso un contributo di € 55.510,00 iva compresa. Come se non bastasse per l’affidamento del villaggio sportivo si è proceduto ad una semplice approvazione di una determina dirigenziale riguardante l’avvio di un’indagine di mercato finalizzata all’espletamento del servizio di realizzazione del villaggio dello sport, tramite affidamento diretto ex art. 50 del D.Lgs 36/2023. Nel testo dell’avviso, riservato ad operatori economici ed enti del terzo settore iscritti al Mepa, pubblicato per un breve termine, consentito dalla legge, l’amministrazione ha precisato che trattandosi di una consultazione preliminare di mercato la partecipazione non avrebbe costituito prova del possesso dei requisiti generali per l’affidamento, definendo il tutto come mero atto esplorativo senza vincoli per la Città di Fiumicino». «A partecipare, probabilmente è solo un caso, è stata esclusivamente l’ASD Club Italia Eventi che a questo punto si è aggiudicata, con determinazione a contrattare, l’organizzazione dell’evento, mediante la presentazione di un progetto di massima, – sottolineano ancora i consiglieri di opposizione – almeno dagli atti in pubblicazione, dove sono unicamente indicate le iniziative sportive che dovrebbero realizzarsi per un mese presso il lungomare, senza particolari specifiche tecniche o di sicurezza necessarie per l’installazione di tali strutture provvisorie e se le spese per le utenze idriche ed elettriche sono a carico della stessa organizzazione. La nostra Amministrazione con soli €4000 finanziò la realizzazione di un singolo evento mentre tutta l’organizzazione dell’arena sportiva, comprese le spese relative al montaggio, guardiania, mantenimento e responsabilità delle strutture erano totalmente a carico della suddetta associazione sportiva, che propose un calendario di eventi molto simile a quello odierno, con atti documentabili. Non mettiamo in discussione la capacità e competenza dell’Associazione responsabile l’evento ma alcuni dubbi sulla gestione burocratica e amministrativa dell’intera organizzazione sono evidenti, così come il fatto che questa amministrazione a guida del Sindaco Baccini non riesce a creare nulla di nuovo, differendo unicamente per la mole di soldi pubblici che si investono su tali progetti estemporanei». «Sono due eventi completamente diversi“: così ha replicato l’assessore Poggio in merito ai dubbi sollevati sullo sport village, aggiungendo che “Non c’è stata alcuna sprecopoli, per un semplice motivo: parliamo di due eventi completamenti diversi, che non c’entrano nulla l’uno con l’altro». «L’arena rispetto a due anni fa sarà attiva di giorno e di notte, con un programma sportivo più lungo, corposo e affascinante. Ci saranno torrette, luci, due palchi che ospiteranno artisti e cantanti, una proposta musicale e di intrattenimento che due estati fa non esisteva e non era stata presa in considerazione. Ci sarà un maxi schermo sul quale tra gli altri trasmetteremo le partite della nazionale italiana. Ci sarà Sky, partner dell’iniziativa, con dirette nazionali che porteranno pubblicità positiva al nostro territorio. Il nostro evento sì, lo confermo, costerà più dei 4mila euro dell’assessore Calicchio. Metterli a confronto sarebbe però come paragonare una Panda a un’Alfa Romeo. Entrambe ottime, entrambe prodotte dalla stessa casa madre, ma con differenze prestazionali e quindi di costi evidenti. Ci si sarebbe dovuto prima informare con l’associazione che sta organizzando per conto dell’amministrazione l’evento. Perché è la stessa che l’ex assessore coinvolse. Dovrebbe conoscerla bene. Si è criticata questa amministrazione per non aver portato avanti le idee della precedente. Con lo ‘sport village’ non solo continuiamo il percorso inaugurato due anni fa, ma lo miglioriamo e lo eleviamo. E, lo sottolineo ancora, coinvolgendo la stessa associazione che proprio loro avevano chiamato. Meglio di così. Ora va bene criticare preventivamente. Va bene il ruolo dell’opposizione. M prima di dare un giudizio così negativo, gli eventi andrebbero visti».

Articoli correlati

Ultimi articoli