Free Porn
xbporn
giovedì, Luglio 25, 2024

“Fai ballare anche il cielo con te perché era ciò che tu amavi più di ogni altra cosa fare”

Ancora sconcerto nella città etrusca per la morte del ballerino che sabato sera si era esibito in piazza durante il Festival etrusco dell’inclusione e dell’integrazione. Rafael Dalenz Cultrera, 75 anni, di boliviano, da 35 anni ballava per il Ballet Mexicano Los Rancheros. Il 75enne subito dopo l’esibizione è stato colto da malore. Tempestivo l’intervento della protezione civile munita di defibrillatore e del 118 che lo ha subito trasportato all’ospedale di Bracciano dove poi è stato richiesto l’elisoccorso per il trasporto al Gemelli di Roma. Purtroppo per lui non c’è stato nulla da fare, con l’amministrazione che domenica ha deciso di annullare tutti gli eventi in programma. «Rafael aveva sfilato con noi per le strade di Cerveteri in un corteo che portava con sé il grande messaggio dell’integrazione e dell’inclusione», scrive il sindaco Elena Gubetti ricordando il ballerino. «In un fiume di colori e musiche Rafael aveva voluto esserci perché credeva profondamente nella capacità della musica e dell’arte della danza di unire i popoli e abbattere le barriere». Sabato «ha ballato per l’ultima volta sul palco con i suoi compagni di danza, all’interno di piazza Santa Maria e noi lo ricorderemo così con la gioia nel cuore perché la danza era la sua passione. La comunità di Cerveteri si stringe adesso, con immenso affetto, intorno al dolore della famiglia, al fratello, ai figli e a tutti i membri della compagnia di Ballo Los Rancheros per la perdita incalcolabile di Rafael ballerino e primo sostenitore in tutte le attività di integrazione fra i popoli. A Rafael vogliamo mandare un solo un messaggio: oggi fai ballare anche il cielo con te perché era ciò che tu amavi più di ogni altra cosa fare».

Articoli correlati

Ultimi articoli