Free Porn
xbporn
domenica, Luglio 21, 2024

Tor Bella Monaca si ribella, striscione contro lo spaccio: “Via i pusher dal quartiere”

Un quartiere che si ribella. Tor Bella Monaca non ci sta. “Intimidazioni, minacce e soprusi non ci fermeranno, via i pusher dal quartiere”. Così nero su bianco su uno striscione che campeggia su una delle quattro torri in viale Santa Rita da Cascia, nel cuore della periferia romana. Associazioni di inquilini, cittadini che vogliono dire no al caporalato della mala. Qui sono 13 i clan, tra i quali i Moccia e i Vallante, che si spartiscono una fetta importante di spaccio.  Questa zona risulta di spaccio essere la più grande d’Europa, dove per pochi spiccioli al giorno vengono reclutati dai clan nordafricani e stranieri, giovanissimi immigrati che vendono in ogni angolo di strada. Nascondono la roba negli stipiti degli ascensori, nei lavatoi, nei giardini, nei locali tecnici, nelle cabine elettriche, negli appartamenti occupati. Tute acetate di marca e cappellino, i “manovali della droga” sono riconoscibili in via dell’Archeologia. “Non ci fermeremo” ha dichiarato l’attivista sotto scorta per minacce Tiziana Ronzio, dell’associazione Tor Più Bella. Gli inquilini delle Torri, che hanno attivato anche una chat social per difendersi e per avvisare di pericoli ed occupazioni, continueranno a farsi sentire e nei prossimi giorni riempiranno di striscioni anti racket i balconi.  Oggi intanto arriva sul tavolo della Commissione periferie della Camera dei deputati proprio la questione Tor Bella Monaca.  

Articoli correlati

Ultimi articoli