Free Porn
xbporn
mercoledì, Luglio 24, 2024

Verso il Giubileo di Roma 2025, oggi maxi esercitazione al bosco di Palo

Scatta l’ora X per il maxi addestramento della Croce Rossa Italiana. Tutto pronto al bosco di Palo, dove il comitato Santa Severa – Santa Marinella, darà il via a una serie di esercitazioni nell’ambito di “EmerCRI Lazio 4” il campo base promosso su scala nazionale in via del Giubileo di Roma del 2025. All’interno dell’Oasi di Palo saranno riviste le procedure, i protolli e le conoscenze affinché tutto sia operativo in caso di necessità. In via dei Delfini, nei pressi del bosco di Palo Laziale, saranno coinvolte più di 25 ambulanze, 10 automezzi per la logistica ed il trasporto dei soccorritori, 2 sale operative mobili e 2 posti medici avanzati per simulare scenari verosimili di intervento in situazioni di vita reale. Grazie a questo piano, ci saranno attività di ricerca e soccorso di persone disperse in zone impervie; il soccorso in ambiento acquatico; la logistica in emergenza e telecomunicazioni e il ricongiungimento familiare. È previsto un campo base come da protocollo di attivazione delle strutture di emergenza di Croce Rossa Italiana. Impiegati più di 400 volontari dai comitati di Lazio, Toscana, Molise e Marche. Negli spazi della scuola “Livatino” in questi giorni sono stati allestiti una sala operativa di coordinamento, la cucina da campo e il refettorio, le aule per i corsi di formazione e tutto quello che attiene all’alloggiamento in termini di letti, servizi igienici e docce. Ieri invece è stato allestito dalla mattina e per tutto il giorno il “Cri Village” in piazza Rossellini, in pieno centro di Ladispoli, un’occasione utile per i cittadini per valutare il proprio stato di salute. Sono state organizzate una serie di attività gratuite per la popolazione: misurazione glicemia e pressione, rianimazione cardio polmonare (anche per bambini), manovre di disostruzione pediatrica, simulazione di guida in stato di ebbrezza. Inoltre sono state fornite informazioni su come affrontare eventi di emergenza. L’invito alla popolazione dunque è quello di non allarmarsi per la presenza di tutti questi mezzi di soccorso nei pressi di Palo.

Articoli correlati

Ultimi articoli