Free Porn
xbporn
giovedì, Luglio 25, 2024

Piazza Colelli tra fiori e colori: è la “Via più bella 2024”

Piazza Colelli è stata decretata “Via più bella 2024”: domenica pomeriggio si è svolta la consegna della targa realizzata dalla bravissima artista di Tolfa, Silvia Di Silvestro. La targa consegnata dalla sindaca di Tolfa, Stefania Bentivoglio, è stata fissata al muro da Gianluca De Fazi, uno dei residenti che ha tealizzato l’allestimrnto e la cura dell’area. Piazza Colelli è stata resa ancora più bella con un trionfo di fiori e decorazioni di colore rosso. Due volte l’anno, in estate e per Natale, la giuria dell’Aps La Rocca percorre i vicoli del centro storico per “constatare come gli abitanti si siano impegnati per abbellire le proprie strade – spuega Cristiana Vallarino, giornalista e membro della giuria che ha scelto la “Via più bella 2024″ – quanto abbiano collaborato, quanta fantasia e originalità abbiano messo negli addobbi e anche come siano stati usati materiali di recupero e riciclati”. Dai Cappuccini fino a via Costa Alta i cinque giudici, acompagnati dalla presidente de “Aps La Rocca” Daniela Cedrani, hanno ammirato bellissimi scorci che hanno colpito sia per la vista che per la vegetazione (molte le erbe aromatiche); i giudici hanno anche molto apprezzato le piante e i fiori sistemati in aiuole o vasi. Ogni estate, infatti, l’Aps La Rocca offre ai cittadini un discreto numero di piante e fiori affinchè vengano usati per abbellire le vie. La giuria ha visitato via San Francesco, via Maestre Pie, via Alta, piazza Diaz, piazza Colelli, via del Macello e via Costa Alta assegnando i punteggi da 1 a 10: ad ottenere il massimo dei voti (184,5) è stata appunto piazza Colelli, seguita da via Alta (171,5) e piazza Diaz (166). Se via Alta è stata di fatto una conferma, piazza Colelli è stata una novità. Tanti fiori rossi, così come rossi sono anche alcuni drappi appesi sui fili da stendere, sedie e strutture di legno riciclate; il pezzo forte di questo allestimento è un’immagine della Madonna commissionata all’artista Silvia Di Silvestro affissa sulla parete di un palazzo. I giudici hanno apprezzato il fatto che i residenti storici del quartiere si sono fatti coinvolgere dall’entusiasmo e dalla fantasia di un nuovo arrivato, Gianluca De Fazi, il quale residente a Tolfa da pochi mesi, ha voluto impegnarsi in prima persona per abbellire i pressi della propria abitazione. “È stato il Signore che mi ha portato a Tolfa ed è Lui che mi fatto trovare la casa in cui abito – spiega Guanluca De Fazi – per ringraziare gli abitanti di questo borgo ho voluto utilizzare il mio estro e gusto, per arredare con piante e fiori il quartiere dove vivo da settembre 2023. Ci siamo inscritti al Concorso “La via più bella di Tolfa”. È passata giovedì pomeriggio la giuria e i giudici hanno premiato noi. Mi sono realmente commosso: è un premio per tutti gli abitanti e, soprattutto, per il bel rapporto che abbiamo instaurato tra di noi”. La giuria è stata composta da Ermanda Grassi, Rita Fraioli, Cristiana Vallarino, Fausto Massera e Roberto Calì e questi giudici, oltre a decretare la vittoria di piazza Colelli, hanno assegnato due menzioni d’onore alla colorata via dei Barbieri e l’ingresso di un’abitazione, al 10 di via Sant’Antonio, dove gli abitanti hanno reso fiorito e accogliente la scalinata davanti la porta, deturpata da un cartello di divieto di sosta inspiegabilmente piazzato in un punto dove le auto non avrebbero posto per fermarsi. “Quest’anno “La via più bella” è stata piazzetta Colelli – spiega la presidente del Centro Anziani Aps La Rocca di Tolfa, Daniela Cedrani – per chi vuole intraprendere un percorso fiorito consiglio di partire da via Sant’Antonio, passare per piazza A. Diaz (piazza del mercato), salire per via Alta, via San Francesco; scendere su via Annibal Caro, piazzetta Colelli; a seguire fare gli scalinetti arrivare a via del Macello e proseguire per via Costa Alta. È una bella passeggiata che riempie gli occhi di tanti colori e si può ammirare il lavoro fatto in collaborazione di tanti tolfetani e non che amano il loro paese”.

Articoli correlati

Ultimi articoli