SAN LORENZO: CONTROLLI ANTI-MOVIDA

Tutto è scaturito durante alcune verifiche effettuate in via degli Ausoni, dove la sera si riversano centinaia di giovani che, approfittando della vendita di alcolici a basso costo posta in essere dai cosiddetti , “esercizi di vicinato”, affollano la via creando turbative per i residenti e problemi alla circolazione.

 

Un giovane, in evidente stato di ebbrezza, già conosciuto agli agenti di polizia per una precedente ressa che lo aveva visto protagonista, si è avvicinato con fare minaccioso agli investigatori, accusandoli di non averlo tutelato abbastanza nella vicenda che lo aveva visto protagonista e vittima. I poliziotti, dopo aver tentato invano di farlo calmare e di riportarlo alla ragione, sono stati aggrediti con calci e pugni, alcuni dei quali andati a segno, e colpito gli uomini in divisa. Le operazioni per bloccare il giovane, resi difficili anche dal comportamento minaccioso di una cinquantina di persone che nel frattempo avevano circondato gli agenti, sono state  faticosamente portata a termine molti minuti dopo e con l’apporto di altro personale giunto in ausilio. 

La persona fermata, che per tutto il tempo delle operazioni, dall’accompagnamento in Commissariato, fino a quando è stato rilasciato, ha tenuto un comportamento oltraggioso e minaccioso verso i poliziotti, si è reso “protagonista” anche negli uffici di Polizia; prima scaraventando a terra un computer che era sulla scrivania e poi tentando di auto-lesionarsi con il chiaro intento di far ricadere le colpe su i poliziotti.

Dagli accertamenti su strada invece, e più precisamente all’interno di diversi esercizi commerciali presenti su via degli Ausoni, sono state riscontrate infrazioni e inflitte sanzioni pari a 30.000 euro circa.