FIUMICINO, LA C.R.I.: AL CENTRO CATALANI

Si vanno ad aggiungere ai 100 pasti caldi e 300 freddi distribuiti da Vivenda sia a pranzo che a cena, ai circa 1420 litri di latte messi a disposizione da Tuodì e alla frutta e verdura offerta gratuitamente dal CAR, il Centro Agroalimentare Romano. Questi i numeri diffusi dal comune di Fiumicino tramite mezzo stampa; presso il Centro Catalani, inoltre, la Croce Rossa sta collaborando con l’unità sanitaria dell’Esercito e in Largo Falcone un’ambulanza è a disposizione per le emergenze. Da domani ci sarà anche uno psicologo messo a disposizione dai servizi sociali del Comune e un’assistente sociale contatterà le persone ospitate negli alberghi per esigenze particolari, in particolare le famiglie con minori e i disabili. Anche la scorsa notte e per i prossimi giorni proseguirà il lavoro di vigilanza e controllo fatto dalle forze dell’ordine nelle zone di Isola Sacra maggiormente colpite dal maltempo. Sarà anzi intensificato, finché tutte le persone non rientreranno nelle loro abitazioni. Si è espresso nuovamente il Sindaco Esterino Montino, che per gli interventi di sollevamento d’acqua ha voluto ringraziare “la presidente del Consorzio di Bonifica Tevere e Agro Romano Federica Lopez e i suoi tecnici per lo sforzo eccezionale profuso. Abbiamo concordato l’installazione straordinaria di ulteriori due sistemi di sollevamento dell’acqua reperite da fuori Regione da collocare entro la giornata di domani nell’area di Fiumara grande. Un’operazione che consentirà di accelerare il deflusso delle acque dai canali, dalle strade e dalle abitazioni di Isola Sacra”. Nel pomeriggio di mercoledì inoltre si è conclusa presso la sede del Consiglio comunale una riunione informativa tra il primo cittadino, il Generale dell’Esercito Pier Luigi Monteduro, il Presidente del Consiglio Michela Califano e i capigruppo di maggioranza e opposizione. Un incontro in cui si è fatto il punto sulla situazione emergenziale di Isola Sacra e in cui si sono illustrati gli interventi messi in campo dalle autorità civili e militari anche per questa notte e per i prossimi giorni. Ne è emerso un quadro di condivisione e sforzo unanime per proseguire le operazioni sul territorio. Le previsioni meteo per questa notte non sono delle migliori. Un fatto, questo, che potrebbe creare qualche oggettiva difficoltà negli interventi. Il sistema di pompaggio dei canali, comunque, proseguirà ininterrottamente, così come le operazioni in aiuto della popolazione colpita. Tutte le forze politiche si sono messe a disposizione, anche chiamando a raccolta le diverse associazioni di Fiumicino.