ROMA, FUGGE CON 2 SACCHI PIENI DI ARGENTERIA. BLOCCATO DALLA POLIZIA

Durante la perquisizione, all’interno delle 2 federe, c’erano numerosi oggetti in argento tra i quali vassoi, piatti, brocche e candelabri; tutto materiale appena “prelevato” da un’abitazione dello stabile dal quale l’uomo stava uscendo; l’uomo aveva anche in tasca un cacciavite. Da un immediata ispezione del palazzo infatti, i poliziotti hanno notato la porta d’ingresso di un appartamento al 2° piano “forzata”, probabilmente proprio dal cacciavite in suo possesso. Tutta la refurtiva è stata poi restituita alla proprietaria, giunta sul posto poco dopo; mentre per l’uomo – accompagnato negli uffici di Polizia – è scattato l’arresto per il reato di furto in abitazione. E sempre per furto sono finiti in manette un cittadino rumeno di 26 anni,  e un   romano di 22. Il primo è stato fermato dagli agenti del Reparto Volanti e del Commissariato Porta Maggiore in via Roberto Malatesta dopo che, ieri mattina, è entrato all’interno di un supermercato rubando alcune bottiglie di superalcolici. Quando gli agenti l’hanno perquisito, occultate sotto la giacca,  hanno trovato 3 bottiglie per un valore di circa 40 euro, dalle quali l’uomo aveva staccato le placche antisaccheggio. Anche il secondo arrestato è stato sorpreso con le mani nel sacco in via Tito angolo via Giustiniano Imperatore in zona San Paolo. L’uomo, dopo essersi intrufolato all’interno di un albergo abbandonato, ha rubato numeroso materiale edile tra cui staffe in alluminio, flessibili e raccordi in ottone.  Quando gli agenti, insospettiti dalla presenza di un auto fuori dal cancello di ingresso dello stabile, si sono avvicinati per un controllo del perimetro esterno; proprio all’interno dell’auto c’erano infissi e flessibili di alluminio ed altro materiale edile, oltre ad una bora con degli arnesi atti allo scasso. Con gli abiti sporchi per il lavoro di “carico” appena effettuato, l’autore del furto è stato fermato e arrestato.