TORVAJANICA, DUE QUINTALI DI PESCE SEQUESTRATO E 5000 EURO DI SANZIONI

L’obiettivo è di garantire una corretta informazione oltre che verificare la salubrità dei prodotti venduti e la loro provenienza con particolare attenzione a quelli che vengono importati dal sud-est asiatico. Talvolta capita che la provenienza di alcune specie ittiche venga modificata dolosamente e nel peggiore dei casi si accerta una modificazione ai cartellini esposti per il pubblico anche per ciò che concerne l’indicazione della modalità di cattura (pescata – allevata) al fine di lucrare sulla differenza di valore realizzando una vera e propria fronde in commercio. Le operazioni di controllo si sono estese anche alle attività di pesca professionale e sportiva e ciò ha permesso di individuare vari pescatori che in barba alla normativa vigente catturavano ingenti quantitativi di prodotto ittico sottomisura. L’intervento ha permesso di sottrarre ai responsabili quasi due quintali di molluschi, immediatamente rigettati in mare, di elevare sanzioni amministrative per quasi euro 5.000,00 e sequestrare vari attrezzi da pesca. I controlli proseguiranno nei prossimi giorni allo scopo di reprimere la commercializzazione illecita dei prodotti ittici e garantire una sempre maggiore tutela della salute dei consumatori.