OSTIA, VIA LE IMPALCATURE CHE DETURPANO IL BORGO: PRONTA INTERROGAZIONE PARLAMENTARE

Lo ha annunciato Giovanni Zannola, consigliere del X Municipio e delegato PD alle Politiche del Litorale, che spiega: “Circa dieci anni fa, è stata effettuata un’operazione di restauro ad opera dei Beni Culturali, sospesa a causa dell’esaurimento dei fondi a disposizione. Tale interruzione ha comportato l’impossibilità di intervenire sui restanti 20 metri delle mura e del torrione: è stata dunque installata un’impalcatura a protezione di eventuali cadute di materiali, in attesa di un intervento di consolidamento. Ad oggi, tale intervento non è stato ancora effettuato e i vecchi ponteggi non più a norma costituiscono elemento di degrado, nonché di pericolo: col tempo, infatti, la struttura è divenuta pericolante. Inoltre, le impalcature fatiscenti creano disagi ai cittadini che vivono e lavorano nell’area.” “Le istituzioni hanno l’obbligo di garantire la sicurezza e la conservazione dei beni culturali – dichiara ancora Giovanni Zannola – per questo, abbiamo interessato della questione la senatrice Josefa Idem. Abbiamo scritto assieme un’interrogazione che verrà sottoposta direttamente al Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. In particolare, si chiede di sapere quali iniziative si intendano intraprendere per garantire la conservazione e la valorizzazione del Borgo di Ostia Antica. Inoltre – conclude Zannola – si chiede al Ministro Franceschini se non ritenga opportuno, anche attraverso forme di intesa e coordinamento con gli enti locali, prevedere un progetto complessivo di recupero dell’area, al fine di rilanciare il patrimonio artistico e culturale di Ostia Antica.”Realtà associative, comitati di quartiere e tanti cittadini si sono mobilitati negli anni con azioni di sensibilizzazione per sollecitare un progetto di restauro che non è mai stato avviato. In questa fase, l’impulso decisivo è giunto dal circolo PD di Ostia Antica e dal responsabile del progetto “Quanto sei bella Ostia” Fabrizio Nikzad, che ha accompagnato la senatrice Idem per un sopralluogo sul posto; mentre Piero Labbadia ha fornito la necessaria consulenza tecnica.