FIUMICINO, RAPINA UNA TABACCHERIA: RIPRESO DALLE TELECAMERE E’ SOTTOPOSTO A FERMO DALLA POLIZIA

I poliziotti del commissariato di Fiumicino, diretti dal dr. Fabio Abis, giunti sul posto hanno subito avviato le indagini. Hanno accertato che la tabaccheria era fornita di un moderno ed efficiente sistema di videosorveglianza,  che aveva ripreso la rapina in tutte le sue fasi e da varie angolazioni: individuando altresì vari testimoni, gli agenti hanno accertato che l’uomo si era allontanato dal posto a bordo di un’ auto di colore pastello, guidata probabilmente da un complice. Dopo aver visionato le immagini della rapina e vagliato le testimonianze dei presenti, gli investigatori hanno individuato il responsabile per un 35enne romano, residente a Fiumicino conosciuto, peraltro, da alcuni degli agenti. L’uomo è stato rintracciato ad Acilia  mentre viaggiava  a bordo dell’auto usata per la rapina. Alla vista dei poliziotti ha cercato di evitare il controllo accelerando, ma è stato bloccato:  vistosi ormai scoperto, ha rivelato ai poliziotti il proprio domicilio.  Gli investigatori hanno rinvenuto una pistola in replica priva del tappo rosso, una maglia di colore verde e un marsupio di colore blu, simili a quelle utilizzate dall’autore della rapina. Anche l’autovettura è risultata compatibile con quella usata per la rapina. Incalzato dai poliziotti il 35enne, alla fine,  di fronte all’evidenza degli elementi acquisiti, ha ammesso le sue responsabilità, cercando di giustificare il suo gesto con asserite difficoltà economiche. I poliziotti  del Commissariato di Fiumicino lo hanno sottoposto a fermo per il reato di rapina a mano armata e la sua posizione è ora al vaglio dell’autorità giudiziaria.