LAZIO, DISCARICA DI LAZZARIA: ANCHE L’A.S.P.A.L. SI OPPONE DURANTE AUDIZIONE ALLA PISANA

A partecipare, oltre alle figure istituzionali competenti e preposte al settore, anche l’ Associazione Produttori Agricoli Del Lazio ( AS.P.A.L. ) attraverso il suo presidente Giammatteo ed il vice presidente Fabio Caponecchi. Durante il suo interventi il presidente Giammatteo ha voluto porre l’accento sul fatto che zona dei Cinque Archi rappresenta da anni il fiore all’ occhiello della  nostra agricoltura locale, con prodotti di eccellenza come il doc Castelli Romani, l’ igp kiwi latino, il dop per l’ olio d’ oliva. Questi prodotti che non avrebbero piu’ valore, come non avrebbero piu’ valore migliaia di ettari di quel territorio dove sono coltivate questi tipi di colture .  Inoltre le sorgenti di Carano e Giannettola, che si trovano a cavallo dei comuni di Aprilia, Velletri e Cisterna,  che riforniscono acqua a tutti i comuni limitrofi di quel territorio, verrebbero inquinate con gravi conseguenze per tutta la cittadinanza dei comuni sopracitati. Infine Giammatteo ha precisato che a ridosso della zona interessata per la discarica,  vi e’ un’ azienda di cavalli da corsa puro sangue a livello europeo, che da lavoro a centinaia di persone e con una discarica a confine non avrebbe piu’ nessuna caratteristica per continuare ad esistere.  Il presidente dell’ Aspal ha quindi concluso il suo intervento raccomandando la commissione ambiente e la provincia di roma, di non dare nessuna autorizzazione per questa discarica visto le gravi conseguenze che comporterebbero verso il settore agricolo e non solo , ringraziando tutti i presenti all’ audizione per aver manifestato la propria contrarieta’ a questo progetto , alla quale dovra’ pero’ seguire al piu’ presto un documento ufficiale scritto per far stare tranquilli tutti i cittadini del nostro territorio nella zona dei cinque archi , sia del comune di velletri e di aprilia, ma anche di tutti gli altri comuni confinanti .