REGIONE LAZIO, SCELTO TESTO BASE PER SOVRAINDEBITAMENTO E USURA

Il consigliere Cangemi, ha chiarito le linee principali della sua proposta sottolineando la necessità di dotarsi di una norma che colmi il pressoché vuoto legislativo sulla materia sia a livello nazionale che regionale. “La proposta di Legge va incontro alle famiglie e alle singole persone colpite dall’usura – ha detto Cangemi – è condivisa con la politica e le associazioni riconosciute dalle Prefetture e mira all’intensificazione dei controlli dei fondi stanziati”. Tra le misure di intervento c’è, per la prima volta, il riconoscimento del danno sociale alle persone, alle famiglie e alle piccole e medie imprese, oltre ai servizi di accompagno ad un credito legale. Non mancano gli aspetti della formazione e dell’informazione. “Sarà compito essenziale – ha concluso il presentatore – quello di mettere insieme tutte le figure, le istituzioni e le associazioni a collaborare ad un unico intento: quello del contrasto all’usura”.

Diversi gli interventi susseguiti alla discussione generale. Valentina Corrado (M5s) ha affermato che il testo di Cangemi risulta essere “più snello rispetto a quello della Giunta e lo voteremo anche per rimarcare discontinuità nello scegliere sempre e comunque proposte presentate dalla Giunta”. Per Gianluca Perilli (M5s) “nel testo della Giunta si 

avverte un ‘ciclostile’ e siamo contro la moltiplicazione di strutture che complicano i processi di intervento, così come siamo scettici sull’efficacia dell’apertura di sportelli”. E’ poi intervenuto Simone Lupi (Pd) che ha chiesto “due raccomandazioni: il controllo delle risorse stanziate; potenziamento degli sportelli sul territorio regionale per i quali, anche per esperienza personale, sono sicuro della loro efficacia. I due testi presentati sono quasi identici e propendo per quello presentato dal collega Cangemi”.

Per Gian Paolo Manzella (Per il Lazio) “il testo dovrà contenere norme finanziarie, culturali e organizzative. Dovrà essere svolto un attento lavoro sulla valutazione delle normative e controllo attento delle risorse; raccordo Stato-Regione e auspico audizioni utili e mirate”. Si è unito al dibattito Francesco Storace (La Destra): “Pur propendendo per il testo presentato da Cangemi, annuncio che presenterò alcuni miglioramenti ad esso”.

Presenti alla riunione, oltre al presidente Favara, i Vice presidenti: Fabio Bellini (Pd) e Gianluca Perilli (M5S); i Consiglieri: Simone Lupi (Pd), Cristiana Avenali, Gian Paolo Manzella e Maria Teresa Petrangolini (Per il Lazio), Giuseppe Cangemi (Ncd), Valentina Corrado (M5S), Francesco Storace (La Destra), Oscar Tortosa (Psi).