OSTIA, INCHIESTA APPALTI E CONCESSIONI, BLITZ CONTRO CRIMINALITA’ ORGANIZZATA

L’operazione, condotta dalla Polizia, dai Carabinieri e dalla Guardia Costiera e coordinata dalla locale Direzione distrettuale antimafia è il risultato di diverse indagini eseguite prima separatamente e poi ricollegate in questo filone riconducibile al metodo mafioso collegato alle attività, legate alla criminalità organizzata, a imprenditori e a pubblici ufficiali che avrebbero pilotato la gestione degli appalti pubblici e la concessione di stabilimenti balneari in quel tratto di costa. Un sistema volto a far ottenere a imprenditori locali, attraverso corruzione e intimidazioni, appalti relativi alla gestione delle concessioni demaniali degli stabilimenti balneari ed alla manutenzione del Canale dei Pescatori. Esaminati durante le indagini in questione i lavori di recinzione della spiaggia libera di Castelporziano, la riparazione dei giochi per bambini nelle aree verdi, il consolidamento di alcune strade, la messa in sicurezza dell’ex scuola Gil, la sistemazione di piazza della Stazione Vecchia, rifacimento e manutenzione di vie e marciapiedi di Centro Giano e San Giorgio e i lavori di dragaggio del Canale dei Pescatori.