LATINA, I DIPENDENTI DELLA PROVINCIA IN PROTESTA CONTRO I TAGLI DELLA LEGGE DI STABILITA’

0
76

La mobilitazione è scattata su iniziativa dei sindacati della funzione pubblica di Cgil, Cisl, Uil e Coordinamento autonomo, preoccupati per i tagli annunciati dal Governo con la Legge di Stabilità: il riordino delle Province impone infatti una rinuncia al 50% delle spese sul personale, con il conseguente rischio di esuberi per la metà dei dipendenti, che in via Costa raggiungono il numero di 450. La protesta in piazza della Libertà è stata ideata per richiamare l’attenzione sulle conseguenze per stipendi e servizi e per lanciare l’allarme sui livelli occupazionali.