REGIONE, CALCIO PROMOZIONE: IL COLOSSEUM RITROVA LA VITTORIA A SUON DI POKER

Le due neopromosse vivono due situazioni di classifica opposte ma entrambe non sono nel miglior momento della stagione, 2 sconfitte consecutive il Real, 4 addirittura lo Sporting. Centioni conferma il 4-3-3 iniziale spostando De Luca sulla linea di difesa, Parini da mezzala e Brasiello da terzino di spinta. L’inizio partita rivela quello che sarà il leitmotiv di tutta la gara, Real a far possesso e costringere lo Sporting nella sua metacampo e gli ospiti molto chiusi sperando di sfruttare qualche ripartenza. Già al 7’ il Real si fa vedere, con Mariti che imbecca Parini molto solo in area. Il 10 di giornata sceglie l’assist per l’accorrente Pangrazi che viene però anticipato all’ultimo da Cipriani che salva lo Sporting. Il Real gioca bene, tiene la palla e con pazienza prova a creare trame coinvolgendo soprattutto la fascia destra dove Brasiello offre costante supporto alla manovra offensiva.
Il predominio territoriale porta i suoi frutti al 15’. Mariti in un’inusuale posizione centrale duetta con Scerrati e da dentro l’area di rigore supera Bianchi con un preciso diagonale. Giusto il tempo di mettere il pallone al centro che il Real rischia di raddoppiare. Pangrazi libera Parini che è bravo ad inserirsi in area di rigore, ma non altrettanto a superare un buon Bianchi in uscita. Lo Sporting non capitola e anzi un altro minuto e ha l’occasionissima per pareggiare. Fuorigioco sbagliato per il Colosseum e Martino si invola verso la porta. Tocco sotto ed è ottimo Ferronetti a respingere. La leggerezza non viene pagata, ma il Real non cambia atteggiamento, e al minuto 23’ rischia ancora grossissimo. De Luca, di solito molto affidabile in fase di palleggio, ha un’indecisione proprio al limite dell’area e ancora una volta Martino piomba sulla sfera e viene messo giù dallo stesso De Luca. Punizione dal limite, e giallo per il difensore di casa, decisione che scatena le proteste dei castellani, che chiedevano il rosso per chiara occasione da gol e ultimo uomo. L’amarezza del club per la decisione del signor Truini di Latina, aumenta tre minuti dopo quando Parini si inventa il bellissimo gol del raddoppio, scagliando un gran destro dal limite sul palo lontano, dopo aver raccolto una corta respinta della difesa ospite. La partita dopo aver vissuto dieci minuti densi di emozioni, si tranquillizza fino al 42’ quando Pangrazi calcia verso la porta un bel suggerimento di Scerrati su punizione dalla fascia, ma la sua conclusione viene deviata in angolo.

La ripresa dimostra come ancora una volta gli avversari più pericolosi di giornata per il Real, siano i cali di concentrazione. Al 9’ Fioravanti cerca De Luca con un pericoloso passaggio sulla propria trequarti, intercettato infatti dal solito Martino che però viene ancora una volta fermato in uscita da un puntuale Ferronetti. Il Real la chiude definitivamente ancora al 15’ con un colpo di testa di Pangrazi, su un bel cross di Brasiello, in spinta costante sulla fascia. Il Real continua le sue trame e al 25’ Scerrati (il migliore in campo), mette la ciliegina sulla torta con un gol fantastico, un pallonetto dalla trequarti che si infila proprio sotto il sette. Chapeau. Gli ultimi venti minuti vedono gli ospiti che con coraggio provano a cercare il gol della bandiera, ma è il Real che ha le occasioni migliori anche grazie agli spazi creatosi. Brasiello prova al 29’ un gol dalla sua metà campo dopo un rinvio maldestro di Bianchi, Pangrazi gira alto di poco un colpo di testa dopo un bel duetto con Bufalini, Rocchi gira alto dopo aver anticipato Bianchi in uscita e infine ancora Pangrazi calcia al volo da posizione defilata un bello schema ispirato da Scerrati. Lo Sporting corona la sua giornata sfortunata con una traversa clamorosa di Tetti messo a tu a per tu con Ferronetti da una bella giocata di Speroniero. E’ il minuto 47’ e il signor Truini, fischia la fine dell’ostilità. Bella prova del Real Colosseum che si rilancia in classifica e sembra aver subito appreso i diktat di mister Centioni. La strada è ancora lunga ma sembra tracciata. Onore sicuramente però allo Sporting, in una giornata in cui tutto è girato male, i ragazzi di mister Pietropaoli hanno mantenuto un grande impegno fino al fischio finale, ed è sicuramente una nota lieta in vista di un girone di ritorno di battaglia.