POMEZIA, CALCIO, IL SELVA DEI PINI KO CON L’AUDACE AL DEBUTTO

Al triplice fischio di chiusura incontenibile la gioia della formazione di mister Greco che disposta al centro del rettangolo di gioco ha ricevuto i scroscianti applausi dai propri supporters; per il Pomezia rimane un pizzico di delusione per il risultato, già compromesso nella prima frazione di gioco. Sotto di due reti ha cercato in tutti i modi di equilibrare le sorti del risultato, nella ripresa, i secondi 45’ sono stati giocati con più determinazione e convinzione dalla formazione rossoblu rispetto al primo tempo a favore della formazione ospite; tardivo il calcio il calcio rigore concesso prima del triplice fischio insufficienti i restanti minuti di gioco per provare ad ottenere almeno il pareggio.
inizio gara in perfetto equilibrio. Col trascorrere dei minuti è la formazione ospite a prendere coraggio e si fa notare per un paio di giocate di ottima fattura. Senza quasi mai rendersi pericolosi sottoporta ci prova invece la formazione di Andrea Persia con un inizio partita non proprio esaltante; su un calcio d’angolo al 17’ D’Andrea mette una palla fuori a due passi dal palo. Gli ospiti rispondono pochi minuti dopo con un calcio di punizione al 22’ di Greco con un tiro diretto in porta, facile presa per il portiere Mastella che deve capitolare poco dopo sempre su azione di calcio di punizione che scaturisce il vantaggio degli ospiti; alla battuta sempre dallo stesso Greco che fa partire un tiro in area per Boninsegna che dalle retrovie insacca in rete. Lo stesso Boninsegna si rende protagonista più tardi alla mezzora compiendo un vero miracolo togliendo dallo specchio della porta una palla gol sul tiro di Pennazzi a portiere battuto. Sciupata la buona occasione per pareggiare, la formazione rossoblu scesa in campo rimaneggiata per le assenze di Di Fiandra, Igliozzi e D’Antimi, pochi minuti prima del riposo subisce il raddoppio ad opera di Mastrosanti; realizzazione strappa applausi spalle alla porta ricevuto il pallone al limite dell’area a giro fa partire un tiro che batte sull’angolino Mastella. La ripresa non offre molti spunti di cronaca la formazione ospite forte del doppio vantaggio appagata del risultato si limita a controllare tutte le iniziative dei rossoblu che provano ad impensierire gli ospiti con un tiro di punizione al 18’ di Prati nell’occasione Nasti si supera con un ottimo intervento. Un minuto dopo Mercuri non indovina lo specchio della porta, e dopo questi tentativi solo sul finale di gara i rossoblu vengono premiati per la concessione di un calcio di rigore per un atterramento in area di Onorati ad opera di Boninsegna, protagonista in assoluto della giornata, dal dischetto Ippoliti trasforma il rigore che sancisce il risultato finale. Alla formazione ospite vanno i tre punti; per il Pomezia SDP solo un pizzico di delusione non previsto ma siamo solo all ’inizio della nuova stagione.