LAZIO, CALCIO A 5, IL CUORE DELLA VIRTUS ANIENE: PARIOLI STESO E ALLUNGO IN TESTA

LA GARA. La Virtus parte con il piede sull’acceleratore, ma di fronte trova un Parioli che si chiude bene nei suoi dieci metri, per poi riproporsi in velocità. Dopo un paio di interventi di Bendaud, sono gli ospiti a portarsi in avanti. Rimessa offensiva per la Virtus, Sereni intercetta la sfera e se ne va sulla sinistra. Arrivato al limite lascia partire una botta in diagonale che termina la sua corsa sotto l’incrocio. La Virtus non ci sta e torna in attacco e al 4’ trova il pareggio con la botta di Sanchez. Il tempo di riprendere la gara e il Parioli si riporta subito in vantaggio. Errore difensivo neroverde e la palla termina a Boni che sigla il 2-1. La rete è un brutto colpo, la Virtus, però, torna ancora in avanti, ma trova sulla sua strada un Bendaud strepitoso che si supera su Immordino, Medici e Taloni. Al 12’ bella azione di Medici, conclusione in diagonale e palla che colpisce il doppio palo prima di tornare in campo. Passano due minuti e Immordino, sul secondo palo, trova il tocco ravvicinato su tiro di Cittadini per il 2-2. Al 18’ ancora un miracolo di Bendaud su Leonaldi tiene il punteggio sulla parità, mentre sul capovolgimento di fronte, Sereni se ne va con una splendida progressione, calcia di destro e trova il palo pieno a negargli il gol. La rimonta della Virtus si completa ad un minuto dall’intervallo: fuga di Medici sulla sinistra, palla al centro dove Leonaldi trova il varco giusto che vale il 3-2 di metà gara.
Nella ripresa il copione resta lo stesso, la Virtus prova a chiudere la gara, ma il Parioli tiene testa e al 6’ trova il nuovo pareggio con una grande conclusione di Sereni che pesca imparabilmente l’incrocio dei pali. La rete del 3-3 stabilizza la partita, che cala di intensità, anche se è sempre la Virtus a manovrare sulla trequarti offensiva. Al 9’ Medici colpisce il palo, mentre al 12’ è ancora strepitoso Bendaud su Cittadini. Il Parioli si difende con ordine, ma rispetto al primo tempo non riesce a riproporsi in contropiede, anche se Ottaviani è bravo in un paio di circostanze a sbrogliare una situazione pericolosa. Al 16’ arriva la rete che decide la sfida. Taloni riceve palla ai dieci metri da dove lascia partire una conclusione rasoterra che colpisce il palo e gonfia la rete per il 4-3 decisivo. Negli ultimi tre minuti De Fazi inserisce Bagalà come portiere di movimento, ma la formazione neroverde fa quadrato e resiste al forcing finale. La Virtus sale a quota 27 punti, allunga sulle inseguitrici e può prepararsi al difficile match di ritorno di Coppa Lazio contro il Santa Marinella.