FIUMICINO, NUCLEI CURE PRIMARIE, MONTINO: “CONTRARIO A DIMEZZAMENTO FIUMICINO E FREGENE”

Se è questa la riorganizzazione per rendere più efficace l’area dell’emergenza-urgenza sul nostro territorio sono davvero senza parole. È noto che Fiumicino non ha un ospedale all’interno dei confini municipali, se si esclude quello a vocazione esclusivamente pediatrica del Bambin Gesù di Palidoro. Per questo, e non solo, non riesco proprio a comprendere la scelta di calare dall’alto decisioni univoche senza ascoltare i bisogni di un Comune con 80mila abitanti che raddoppiano nella stagione estiva. Davvero vorrei che mi si spiegassero i motivi che porteranno alla chiusura, al calar del sole, dei cancelli degli unici due presidi medici aperti h24 in tutto il Comune. E lo dico nella piena consapevolezza dell’urgenza e della necessità di supplire alle carenze dell’ospedale Grassi di Ostia, ma certo il personale infermieristico doveva e poteva essere reperito altrove. In questo modo la pezza messa dalla Asl è davvero peggiore del buco”.