LATINA, SCUOLA DELL’INFANZIA DI BORGO CARSO, CONFERMATA LA STATALIZZAZIONE

Tuttavia, nel valutare questa proposta abbiamo evidenziato alcuni elementi di fragilità che non offrono certezze per garantire il servizio d’istruzione, così come rappresentato al Vescovo stesso». Il Sindaco Damiano Coletta interviene sulla vicenda della scuola paritaria Sant’Innocenti, frequentata ad oggi da 56 bambini suddivisi in 2 sezioni, per confermare il passaggio da scuola dell’infanzia comunale a scuola dell’infanzia statale avviato con delibera di giunta n. 21 del 16 gennaio 2017 e ratificato dalla Regione Lazio.
Questa mattina il Sindaco, con l’Assessora alla Scuola Antonella Di Muro e la Consigliera Comunale Marina Aramini, ha nuovamente incontrato il Parroco del Borgo con una delegazione di genitori dei bambini iscritti alla scuola dell’infanzia. «E’ importante per l’Amministrazione garantire la continuità didattica ai piccoli alunni – sottolinea l’Assessora Di Muro – continuità che solo il lavoro collegiale degli insegnanti di un Istituto Comprensivo può realizzare; ragione per cui i diversi gradi di scuola, dall’anno scolastico 2012/13, sono stati accorpati. Gli Istituti Comprensivi hanno proprio questa funzione: mettere in relazione gli insegnanti di infanzia/primaria/secondaria di primo grado per interagire e progettare un processo formativo unitario teso alla crescita culturale e sociale degli alunni». La valenza educativa dell’Istituto Comprensivo è stata ribadita anche dalla dirigente scolastica Aramini: «Esistono una continuità orizzontale tra i diversi plessi dell’infanzia ed una continuità verticale con gli ordini di scuola superiori che, promuovendo scambi proficui di punti di vista ed esperienze didattiche, accrescono la qualità del servizio».