BOTTA E RISPOSTA TRA TORVAIANICA BASKET E AMMINISTRAZIONE PER USO PALESTRA DI MARTIN PESCATORE

Con una lettera rivolta proprio al sindaco Fabio Fucci e pubblicata dalla stampa locale, i rappresentanti dell’associazione di pallacanestro evidenziavano le problematiche relative all’utilizzo dell’impianto in questione. “Egregio sig.Sindaco – si legge nella nota – le scriviamo per sapere se è a conoscenza della determina N. 117 del 31.01.2017. La determina ci comunica l’orario definitivo per l’utilizzo del palasport di Martin Pescatore. La graduatoria per l’utilizzo dell’impianto vede il Torvaianica Basket primo classificato su tre associazioni sportive con ben 23 punti. La domanda che tutti ci poniamo – si legge ancora nella lettera – genitori, atleti, conoscenti è perché vengono aumentate le ore di utilizzo del campo alle società con 3punti e tolte 4 ore alla società che con 23 PUNTI è detentrice del bando delle assegnazioni delle palestre scolastiche?Lei sa benissimo come si acquisiscono 23 punti; progetti gratuiti verso la scuola e centri anziani; lavori a favore di bambini e ragazzi appartenenti a categorie svantaggiate; a cosa è servito?”
A replicare oggi alla lettera ricevuta sabato è l’Assessore Sbizzera. “E’ importante dare una spiegazione alle squadre sportive interessate e all’intera cittadinanza – spiega l’Assessore– Come da regolamento (Regolamento per la concessione in uso degli impianti sportivi e dei locali annessi agli istituti scolastici, n. 60 del 21/11/2013, ndr), le associazioni sportive partecipano a un avviso pubblico per la concessione degli spazi. Nel caso della palestra scolastica di Martin Pescatore, la graduatoria 2016/2017 si è delineata con 3 associazioni. Ad ogni associazione vengono garantite 4 ore settimanali, a cui se ne aggiungono altre, se richieste, facendo scegliere in primo luogo la prima classificata e a seguire le altre. Da settembre 2016 a oggi si è venuta a creare una situazione spiacevole: a una delle 3 associazioni è stato impedito l’ingresso in palestra e quindi la possibilità di allenarsi. Abbiamo provato, come Amministrazione, più e più volte a trovare un accordo tra le associazioni coinvolte, per permettere a tutte di allenarsi secondo le proprie necessità, garantendo però il minimo di 4 ore settimanali previste dal regolamento. Nonostante i numerosi incontri, non è stato possibile giungere ad un accordo e i responsabili del Torvaianica Basket sapevano perfettamente che avremmo dovuto procedere d’ufficio per garantire le 4 ore legittime di tutte le associazioni”.