Titta Marini, passeggiata racconto a Tarquinia nei luoghi del poeta dialettale

Tarquinia – Nell’ambito del festival Tarquinia Cardarelli 2017 letteratura e musica, il Comune di Tarquinia, assessorato alla cultura e politiche giovanili presenta: “Titta Marini, mangiator di nocchie e altre storie cornetane” passeggiata/racconto di e con Antonello Ricci e Pietro Benedetti. L’appuntamento è per domenica 18 giugno alle 18.00. Dopo gli indirizzi di saluto dell’assessore alla cultura e politiche giovanili Angelo Centini, l’iniziativa si snoderà per vie e piazze della città maremmana, nei luoghi dell’icastico poeta dialettale cornetano, in compagnia dei suoi pungenti strali metricati. Con omaggi al genius loci della Corneto che fu, tratti dalla poesia più alta (Ariosto e Belli) da quella più umile e preziosa dei versificatori popolari (Spartaco Compagnucci alias “ChecchiBronzi”, Riccardo Colotti e il leggendario Biscarino). Scelta, montaggio dei brani e allestimento dell’itinerario a cura di Mariagrazia Fontana, Elena Ronca, Marco Rossi e Cecilia Toffali, apprendisti narratori del master Dibaf-Unitus per “Narratori di comunità”. Alcuni degli apprendisti affiancheranno Pietro Benedetti anche nella lettura dei brani. Maestro di cerimonia, come sempre, Antonello Ricci. La partecipazione all’eveno è libera e l’iniziativa si snoderà per piazza Soderini, palazzo Sacchetti e chiesa di S. Martino per concludersi alla Ripa e poi in piazza Titta Marini, nei locali dell’Archivio storico comunale di Tarquinia (palazzetto di Santo Spirito, XV secolo) con un aperitivo offerto dagli organizzatori del festival. L’iniziativa è dedicata alla cara memoria di Luciano Marziano.
(Seapress) 16/06/2017