Tpl, convocato l’incontro sindacale tra Sab e le sue maestranze

0
90

Cerveteri – Abbiamo già dato notizia di un fermento in atto tra le maestranze deputate al servizio del trasporto pubblico urbano derivanti da una incomprensione in atto tra le due aziende che in ATI lo svolgono, avendo vinto la gara di appalto, nell’applicazione di una norma che riguarda i contratti di lavoro. Per l’otto settembre sono stati convocate le rappresentanze dei sindacati di categoria che assistono i lavoratori dalla società SAB Autoservizi srl per portare a soluzione il problema sollevato dalle maestranze passate in carico a questa azienda che svolge il servizio con Seatour, secondo le quali la stessa applica una norma contrattuale, circa le pause da esperire durante il servizio, non in uso nella Regione Lazio e comunque previste per tratte che impegnano l’autista per un numero di ore di guida ben superiore a quelle da loro coperte e che l’applicazione di tale norma comporterebbe disagi o a loro poiché per la dilatazione della disponibilità al servizio che coprirebbe mediamente quasi dodici ore al giorno e ai cittadini in generale perché genererebbe ritardi tali da far saltare delle corse creando disagi all’utenza. C’è da dire che tutte le parti confidano in una soluzione concordata e ragionevole del problema a salvaguardia di un servizio fortemente voluto, per il quale è intervenuta anche la Regione Lazio, rendene possibile la realizzazione e che per la prima volta vede il trasporto pubblico espletato in forma integrata tra le due città che tanto hanno in comune: Cerveteri e Ladispoli.