Aggredisce carabinieri e medici del Gemelli: 22enne arrestato, in casa oltre un chilo di marijuana

Roma – È stato notato dai carabinieri mentre si aggirava per le strade di Boccea in evidente stato di alterazione psico-fisica. Gli uomini dell’Arma hanno fermato il giovane per un controllo ma il 22enne, alla lo vista, ha reagito in modo spropositato e violento tentando più volte di colpirli con calci e pugni per sottrarsi all’identificazione e poi dandosi alla fuga. Da ciò è nato un breve inseguimento che si è concluso a pochi metri di distanza. Considerate le condizioni del giovane, i militari hanno deciso di portarlo al pronto soccorso del policlinico Gemelli” per sottoporlo a una visita. In ospedale stesso copione: il 22enne ha dato più volte in escandescenze aggredendo il personale sanitario e gli uomini dell’Arma. Una volta riportato alla calma, i medici hanno riscontrato nel giovane una intossicazione da cocaina e cannabis e lo hanno trattenuto in osservazione. La perquisizione scattata nella sua abitazione, in zona Selva Candida, ha consentito ai Carabinieri di sequestrare 1,3 Kg di marijuana, bilancini di precisione e tutto l’occorrente per il confezionamento delle dosi. Attese le sue dimissioni dal Policlinico, i Carabinieri hanno ammanettato il giovane e lo hanno portato in caserma, in attesa di rito direttissimo. Dovrà rispondere di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.