Pietro Tidei candidato sindaco del centrosinistra

0
78

S. MARINELLA – La coalizione di centrosinistra, che propone quale candidato a sindaco Pietro Tidei, ha deciso di chiudere il discorso relativo agli incontri con quelle forze che non condividono il sostegno all’ex parlamentare del Pd, e nel corso di una tavola rotonda che si è tenuta ieri sera ha annunciato che per le prossime amministrative di maggio Tidei sarà il candidato sindaco delle cinque liste che lo sostengono. “Abbiamo già preparato i manifesti – commenta il segretario del Pd Pierluigi D’Emilio – che sono l’ufficialità della decisione che avevamo preso già da tempo e cioè che Tidei è il nostro candidato ufficiale. Inutile dunque stare dietro a chi parla tanto per parlare, senza avere la minima cognizione di quello che sta dicendo. Noi abbiamo la responsabilità di far rinascere questa città, una città che ha 35 milioni di euro di debito e che rischia di andare in rovina. L’unica persona che ha un carisma amministrativo e la personalità da poter consentire il ritorno in vita di Santa Marinella è Pietro Tidei. Noi siamo disponibili a tenere aperta la porta a tutti coloro che condividono il nostro candidato e per quanto riguarda il programma, ascolteremo le proposte di tutti. Nel gennaio scorso abbiamo creato una coalizione composta da cinque liste che ha firmato un documento in cui riporta che il loro impegno in questa campagna elettorale coincida con la presenza di Pietro Tidei. Abbiamo cercato di coinvolgere anche la sinistra, ma se preferisce continuare a stare sull’Aventino e dichiarare che Pietri Tidei è motivo di divisione, allora che si presentino da soli. Dire che solo il Pd condivide questa candidatura è falso. Infatti a sostenere l’ex parlamentare sono anche i socialisti e altre cinque liste. Ho tenuto a ricordare ai rappresentanti del Paese che Vorrei che il Pd ha eletto tre consiglieri alla Regione Lazio che avranno un filo conduttore con la nostra città. Loro, in pratica, ci hanno deriso commentando che Tidei non era all’altezza di amministrare un Comune come il nostro. Io ho cercato di far capire a quelle persone che nonostante le critiche, noi abbiamo vinto le regionali e che avremmo proposto una coalizione guidata da Tidei. Evidentemente loro non sono sulla nostra lunghezza d’onda per cui continueremo per la nostra strada”.
(seapress)