Tifoseria verde azzurra in fermento, domenica torna lo striscione delle “Brigate” al Galli. Gli etruschi saranno spinti dal pubblico delle grandi occasioni

La sconfitta di Canale è già alle spalle, il presente è la gara di domenica contro il Cimini, squadra indicata per vincere il campionato. La formazione verde azzurra guidata da Feoli si sta preparando la sfida concentrandosi su come vincere davanti ai propri tifosi. Quella di domenica, infatti, è un occasione per vedere tanti tifosi allo stadio, pronti a spingere i “Cervi” verso la vittoria. In effetti con l’entrata gratuita il pubblico si sta riavvicinando. Il presidente Ugo Ranieri sta cercando di avere un contatto diretto con i tifosi e le iniziative messe in atto sembrano trovare i giusti consensi. Per domenica sugli spalti è prevista la presenza di striscioni, bandiere e fumogeni, sotto lo stiscione del gruppo storico della tifoserie le “Brigate, since 1990. Ma si tratta della nuova generazione, ragazzi dai 16 ai 20 anni, i quali hanno manifestato l’interesse di sostenere i colori della città. “Si dobbiamo ringraziare Ezio Vannoli e Roberto Consalvi, due capisaldi della tifoseria – racconta Manuel – sono loro che ci hanno coinvolto, portandoci a confrontare con la proprietà. Siamo pronti a salire sui gradoni, a tifare per il Cerveteri. Un messaggi lo vogliamo lanciare a tutti quei ragazzi che vogliono il bene della squadra. Li aspettiamo domenica per tifare insieme”. Occasione , si spera, che sia da preludio a un  riavvcinamento di una tifoseria più calda del comprensorio. Il presidente Ranieri si è messo a disposizione, sposando quelle iniziative tese a valorizzare il club