Manovra, nuova lettera di Bruxelles al governo Conte

Una nuova missiva da Bruxelles indirizzata al governo italiano. Ad annunciarla, una nota del Mef che spiega come “la Commissione Europea ha inviato al ministero dell’Economia e delle Finanze una lettera in cui chiede di fornire una relazione sui cosiddetti ‘fattori rilevanti’ che possano giustificare un andamento del rapporto Debito/Pil con una riduzione meno marcata di quella richiesta” . “La risposta del Mef – si legge ancora nella nota -, alla luce della quale si giustificherà la traiettoria di discesa del rapporto debito/Pil indicata nel Dpb, sarà inviata a Bruxelles rispettando la scadenza indicata” del 13 novembre. Intanto è di oggi l’incontro a Berlino tra il ministro dell’Economia Giovanni Tria e l’omologo tedesco Olaf Scholz, nel corso del quale si è parlato anche della Legge di Bilancio italiana, bocciata dalla Commissione Ue. Al centro delle discussioni, si legge in una nota del Mef, “la preparazione della riunione dei ministri Finanziari dell’Eurogruppo e dell’Ecofin che si terrà la settimana prossima a Bruxelles”. I temi affrontati, si aggiunge, “sono la riforma dell’Eurozona e il completamento dell’Unione bancaria. Si è parlato anche della manovra di bilancio italiana: il Ministro Tria ne ha spiegato la logica economica, che è puntata sulla crescita per ridurre il debito del Paese”.