Maltempo a Roma: Tevere e Aniene sorvegliati speciali

Il bollettino emesso dalla Protezione civile regionale prevedeva          un allerta di livello arancione per oggi e la Coc di Roma capitale rimarrà aperta per tutto il tempo h24. Gli allagamenti sono sotto controllo e tutti i sottopassi a rischio sono stati chiusi dalla polizia locale,                   ma l’attenzione resta

 

A Roma il Tevere e l’Aniene sono sotto il livello di attenzione, in particolare il livello del Tevere è sotto la prima fascia, fissata a sette metri. La situazione è costantemente monitorata dal Coc (Centro operativo comunale) di Roma capitale. La piena, infatti, scende ed è valutabile a distanza di tempo dalle precipitazioni. Da ieri a oggi sono stati oltre 400 gli interventi gestiti dalla sala operativa, di cui circa il 60 per cento per allagamenti, mentre la prima emergenza ha riguardato la caduta di alberi e rami, o interventi per rami pericolanti. Insieme a uomini e mezzi della protezione civile capitolina, sono mobilitati l’ufficio giardini e tutte le associazioni di volontariato. Il bollettino emesso dalla Protezione civile regionale prevedeva un allerta di livello arancione per oggi e la Coc di Roma capitale rimarrà aperta per tutto il tempo h24. Gli allagamenti sono sotto controllo e tutti i sottopassi a rischio sono stati chiusi dalla polizia locale, ma l’attenzione resta. Il terreno già imbevuto, infatti, può creare con facilità allagamenti a fronte di nuove piogge; precipitazioni di carattere repentino e imprevedibile, che possono anche essere intense, come i fenomeni meteo di questi giorni hanno dimostrato.

Roma fa i conti con pioggia e vento

Gli allagamenti, gli alberi caduti e quello pericolanti a causa del maltempo a Roma, continuano a creare disagi alla viabilità per questo molte strade sono state chiuse, tra queste importanti arterie come via dei Laghi, via del Mare e via Ostiense, e la Città metropolitana di Roma ha attivato “una task force per interventi sul territorio metropolitano”. “Le recenti condizioni climatiche che hanno investito il territorio metropolitano hanno procurato danni e disagi all’intera cittadinanza”, sottolineano, in una nota i consiglieri Matteo Manunta e Marcello De Vito, spiegando: “Abbiamo messo a disposizione il personale del Dipartimento viabilità e della polizia locale della Città metropolitana di Roma Capitale che è stato ininterrottamente impegnato nelle giornate del 29 e 30 ottobre in complesse operazioni volte alla messa in sicurezza delle strade e della circolazione. Oltre 10 pattuglie in servizio operativo e circa 30 unità in reperibilità notturna per ogni giornata hanno presidiato le nostre strade, soprattutto nelle zone dove si sono registrate le maggiori criticità”.  “Gli interventi del personale stradale – ricordano i consiglieri – hanno consentito di riaprire in poche ore, nella stessa giornata del 30 ottobre, strade ad alta intensità di traffico come la via del Mare e la Settevene Palo II. A seguire, gran parte delle criticità sono state risolte e il dispiego straordinario di risorse prosegue”.

Salvini domenica a Terracina

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini domenica 4 novembre sarà a Terracina colpita nei giorni scorsi da una eccezionale ondata di maltempo che ha provocato due morti.  Salvini sarà alle 10 nella Cattedrale di Piazza Municipio dove assisterà alla Messa e subito dopo si recherà in visita nei luoghi della città colpiti dalla tragedia (centro storico alto e centro storico basso, viale della Vittoria e piazzale Aldo Moro).

In campo una task force sul territorio della città metropolitana

“Le recenti condizioni climatiche che hanno investito il territorio metropolitano hanno procurato danni e disagi all’intera cittadinanza. Per questo molte strade sono state chiuse, tra queste importanti arterie come via dei Laghi, via del Mare e via Ostiense”.
Lo si legge in una nota della Città Metropolitana.
“Abbiamo messo a disposizione il personale del Dipartimento Viabilità e della Polizia Locale della Città metropolitana di Roma Capitale che è stato ininterrottamente impegnato nelle giornate del 29 e 30 ottobre in complesse operazioni volte alla messa in sicurezza delle strade e della circolazione”. Dicono nella stessa nota i consiglieri Delegato Matteo Manunta e Marcello De Vito.  “Oltre 10 pattuglie in servizio operativo e circa 30 unità in reperibilità notturna per ogni giornata hanno presidiato le nostre strade, soprattutto nelle zone dove si sono registrate le maggiori criticità.
Gli interventi del personale stradale sulle strade hanno consentito di riaprire in poche ore, nella stessa giornata del 30 ottobre, strade ad alta intensità di traffico come la via del Mare e la Settevene Palo II. A seguire, gran parte delle criticità sono state risolte e il dispiego straordinario di risorse prosegue.
“La costante presenza di decine di tecnici e operatori di vigilanza sulle strade hanno portato a interventi tempestivi ed evitato ulteriori danni e una conseguente rapida riapertura delle strade. Come sempre, per quanto le carenze di personale e risorse dell’ente metropolitano non siano adeguate alle esigenze del territorio, coordinamento e competenze non mancano, e l’ente riesce a garantire immediata e fondamentale risposta nelle emergenze. Grazie al coordinamento del Comandante della Polizia metropolitana, Mario Sette e in sinergia con il Dirigente del Servizio di Protezione Civile, Alessio Argentieri e a tutti i dipendenti impegnati in questa task force, continuiamo a garantire interventi per preservare l’incolumità dei cittadini che amministriamo”.