Le Guardie Zoofile salvano una Ghiandaia

0
141

Le Guardie Zoofile salvano una Ghiandaia

Una pattuglia parte da Cerveteri è interviene nei pressi del campo sportivo di Bracciano, grazie alla segnalazione di una giovane atleta che correva in zona

 

Le guardie ecozoofile di Cerveteri ancora una volta in prima linea per la tutela degli animali. I volontari ceretani sono intervenuti mercoledì scorso a Bracciano, nei pressi del campo sportivo, per una ghiandaia ferita. A trovare il pennuto traumatizzato una ragazza del posto, la quale stava passeggiando nel pomeriggio nella zona. La giovane intuito di non poter operare un salvataggio da sola, ha subito allertato le Guardie Ecozoofile di Cerveteri. Nel volgere di pochissimo tempo una pattuglia verde è giunta sul posto e con la dovuta perizia e cautela l’animale è stato messo in sicurezza. I volontari di Cerveteri provveduto ad affidare la Ghiandaia alla Lipu di Roma che ha esaminato l’uccello, riscontrando una frattura al femore e una lesione traumatica all’occhio sinistro. La Ghiandaia ora è tenuta sotto controllo per qualche giorno per valutare un eventuale intervento chirurgico. Le Guardie Zoofile di Cerveteri sono tenute in alta considerazione dalla Amministrazione comunale del sindaco Pascucci, il quale spesso si avvale della loro opera. Ricordiamo, per esempio, l’attuale sinergia tra la Polizia Locale e le Guardie Zoofile nella campagna di controllo per una corretta applicazione della raccolta differenziata in tutto il vastissimo territorio comunale ceretano. Conosciamo più da vicino questo gruppo di volontari: sono guardie giurate nominate dal Prefetto e/o dalla Provincia e svolgono un servizio operativo disgiunto da quello dell’Associazione (quest’ultima ne richiede semplicemente la nomina nella veste di soggetto giuridico impersonale dagli interessi diffusi). Dette guardie si contraddistinguono per l’univoca capacità di relazionarsi solo alle norme di diritto e dispiegano una autonoma attività di vigilanza e verbalizzazione (possedendo esclusiva caratterialità pubblicistica) e sono poste alle dipendenze funzionali dell’Autorità Giudiziaria. Il loro ambito operativo è “assicurare con una costante vigilanza la difesa delle acque, dell’atmosfera, del suolo e del sottosuolo nonché dei terreni agro-forestali dall’inquinamento, onde eliminare o ridurre i fattori di squilibrio o di degrado ambientale ” (e ancora “il compito degli addetti a tale funzione non deve limitarsi al solo accertamento e alla repressione degli illeciti in materia di caccia ma deve estendersi ad una sorveglianza generale in relazione alla tutela dell’ambiente, della fauna e delle coltivazioni agricole”) ovvero su tutte le “norme relative alla protezione degli animali in genere e senza limitazioni di sorta”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here