Massimiliano Grasso candidato Sindaco

Massimiliano Grasso candidato Sindaco

Fratelli d’Italia e La Svolta presentano il loro politico per le amministrative della città portuale

 

Venerdì pomeriggio Fratelli D’Italia presenterà il proprio progetto politico insieme a La Svolta. “Fino all’ultimo – spiega il partito della Meloni – si cercherà il confronto con gli altri partiti di centrodestra per trovare una sintesi, che sarebbe necessaria, oltre che auspicabile. Fratelli d’Italia e da sempre convinta che l’unità del centrodestra sia fondamentale, ma ritiene altrettanto essenziale che tale unità poggi su un progetto credibile e condiviso, che dovrà essere rappresentato da un candidato autorevole, competente, carismatico e con un ampio consenso. L’appuntamento è per oggi alle 17 presso la sala convegni dell’Hotel San GiorgioIl candidato sindaco prescelto del partito di Giorgia Meloni è Massimiliano Grasso, 46 anni, giornalista, capogruppo della lista civica “La Svolta” ed una forte esperienza da amministratore nonostante sia al suo primo mandato in consiglio comunale, tanto da conquistare sul campo il ruolo di capo dell’opposizione al malgoverno cittadino del M5S”. A presentare la proposta politica di Fratelli d’Italia, insieme al leader de La Svolta Massimiliano Grasso, ci sarà l’onorevole Marco Silvestroni, coordinatore della Federazione Provinciale di Roma di Fratelli D’Italia: «Fratelli d’Italia, non da oggi, punta su Massimiliano Grasso quale candidato sindaco, perché ha tutte le caratteristiche per rappresentare in maniera autorevole il nostro progetto politico, che è stato costruito insieme agli altri Partiti del centrodestra e resta aperto al confronto ed al contributo di tutto il centrodestra. Siamo convinti di poter offrire, fino all’ultimo, un contributo fondamentale per rilanciare l’unità del centrodestra, partendo da idee e progetti che sabato presenteremo alla Città di Civitavecchia che, dopo 5 anni di malgoverno pentastellato, ha un disperato bisogno di una svolta, per invertire la rotta e dare finalmente una risposta ai tanti problemi rimasti irrisolti o aggravatisi durante la giunta Cozzolino: dalla disoccupazione giovanile alla crisi del commercio e delle imprese locali; dalla tutela dell’ambiente alla valorizzazione delle risorse del territorio”.