Firenze: il Tribunale del Riesame rimette in libertà Tiziano Renzi e la moglie Laura Bovoli

Il Tribunale del Riesame di Firenze ha revocato gli arresti domiciliari per Tiziano Renzi e la moglie Laura Bovoli, genitori dell’ex premier Matteo Renzi. I giudici hanno disposto a loro carico la misura dell’interdizione per 8 mesi dall’attività imprenditoriale. Il 1° marzo scorso il giudice per le indagini preliminari di Firenze, Angela Fantechi, aveva confermato la misura cautelare degli arresti domiciliari per i coniugi Renzi senior, respingendo la richiesta di revoca presentata il 25 febbraio dall’avvocato Federico Bagattini, difensore della coppia, durante l’interrogatorio di garanzia. Da qui il ricorso al Riesame, che oggi ha accolto il parere della difesa togliendo i domiciliari.
Tiziano Renzi e Laura Bovoli erano stati arrestati il 18 febbraio nella loro casa di Rignano sull’Arno (Fi) dalla Guardia di Finanza su provvedimento cautelare richiesto dalla Procura di Firenze, nell’ambito di un’inchiesta per bancarotta fraudolenta ed emissioni di fatture false per il fallimento di alcune cooperative collegate alla loro società Eventi6. Revocati gli arresti domiciliari anche all’imprenditore ligure Mariano Massone, anche lui arrestato il 18 febbraio scorso. Nei confronti di Massone i giudici hanno disposto l’obbligo di dimora nel territorio del Comune di Campo Ligure (Genova) con divieto di allontanarsi dalla propria abitazione dalle ore 22 alle 6. Massone, nel corso dell’interrogatorio di garanzia, davanti al gip del Tribunale di Firenze, Angela Fantechi, il 25 febbraio scorso, si era avvalso della facoltà di non rispondere e la sua difesa aveva scelto direttamente la strada del ricorso al Tribunale del Riesame. “Tiziano Renzi e Laura Bovoli sono persone libere”, ha detto l’avvocato Federico Bagattini. Adesso a Rignano sull’Arno i coniugi Renzi attendono la notifica del provvedimento del Riesame che ha disposto la loro liberazione.