Torino, trovati i sistemi di guida e controllo del missile sequestrato dalla Digos

This handout picture released by the Italian police (Polizia di Stato) of Turin, on July 15, 2019, shows italian policemen carry an air-to-air missile, as part of a big cache of guns and ammunition that was seized by the Turin special police force, called Digos, led the operations, assisted by police in Milan, Varese, Forli and Novara. - Anti-terrorism police in northern Italy have seized an air-to-air missile and other sophisticated weapons during raids on far-right extremist groups. (Photo by HO / Polizia di Stato / AFP) / RESTRICTED TO EDITORIAL USE - MANDATORY CREDIT "AFP PHOTO / POLIZIA DI STATO - ITALIAN POLICE" - NO MARKETING NO ADVERTISING CAMPAIGNS - DISTRIBUTED AS A SERVICE TO CLIENTS
C’erano anche i sistemi di controllo e di guida di alcuni missili nel deposito di Rivanazzano Terme (Pavia) dove nei giorni scorsi la Digos di Torino, nel corso di un’indagine su ambienti di estrema destra, ha recuperato un missile aria-aria in uso alle forze armate del Qatar. Il nuovo materiale è emerso nel corso della perquisizione, proseguita per diversi giorni e condotta in collaborazione con gli artificieri e con l’Esercito. Nell’ambito dell’operazione ‘Matra’, coordinata dall’Ucigos, sono state sequestrate anche una sezione di controllo e di guida militare di un missile modello Sea Killer/Marte, con la parte elettronica in perfetto stato di conservazione. Un razzo da esercitazione militare compatibile con le razziere sequestrate a metà luglio. Trovate anche una sezione di guida di un missile aria/aria Sparrow, fabbricato negli States, e una sezione di guida di un missile superficie/aria, fabbricato nell’ex Urss, modello SA8.