Lavori in corso per il vero cambiamento

0
503

Intervista EsclusivaQuattro domande al consigliere comunale del partito di Giorgia Meloni

Lavori in corso per il vero cambiamento

Annalisa Belardinelli risponde su Pascucci, un ‘bluff’ lungo dodici anni e rilancia l’impegno del centrodestra per il ritorno alla guida del Comune

 

 

di Alberto Sava

Cerveteri è un Comune paralizzato da un’Amministrazione accartocciata su se stessa. Spesso assistiamo al funambolismo oratorio del Sindaco, con giochi di prestigio fatti con le parole, a volte ben dette ed altre volte provocatorie o addirittura inutilmente taglienti, ma comunque solo parole. Il territorio comunale è stretto in una forbice che va dall’annuncio che in pieno 2019 l’antico Borgo di Ceri è (finalmente) uscito dal medioevo ambientale, con l’inaugurazione del primo impianto di depurazione collegato alla rete fognaria, ai cimiteri di Cerveteri da tempo in emergenza e quello del Sasso-Due Casette vicino all’esaurimento loculi, per dare degna sepoltura ai defunti. Nel mezzo di questa forbice, di tutto… Quale destino attende il Comune? Nell’intervista che segue il consigliere Annalisa Belardinelli (Fratelli d’Italia) risponde a quattro domande sul presente amministrativo e sul futuro politico della città.

La Uil fpl regionale esige spiegazioni sulle gravi accuse di ‘sabotaggio’ rivolte dal sindaco ad alcuni dipendenti: come valuta il silenzio di tutti gli altri sindacati?

Innanzitutto mi complimento con la UIL fpl per il doveroso intervento a tutela dei dipendenti comunali e condivido la sua richiesta al Sindaco di chiarimenti in merito, visto che lo stesso ha accusato genericamente, senza distinguo, i dipendenti comunali. Riguardo il comportamento degli altri sindacati, ufficiosamente mi è giunta notizia che un altro sindacato avrebbe deciso di scrivere al Sindaco, ma  ad oggi non c’è nessuna conferma ufficiale e spero vivamente che questo silenzio sia soltanto momentaneo, altrimenti non posso non valutarlo negativamente. Devo dire che sono molto colpita anche dall’assordante silenzio dei consiglieri di maggioranza dai quali, ad oggi, non è arrivata alcuna parola di solidarietà verso i dipendenti comunali.

La maggioranza ha appena approvato la mozione M5S per un’area riservata ai cani, mentre al cimitero di Cerveteri non ci sono più loculi, ed al Sasso ne sono rimasti solo nove. Fatta salva la dovuta attenzione per gli animali, non sarebbe stato il caso di occuparsi in via prioritaria di una più rispettosa sepoltura per i nostri defunti?

Premesso che condivido lo spirito della mozione perché ritengo giusto che anche i cani abbiano degli spazi a loro dedicati in ogni città, devo sottolineare che mi sono però astenuta dal votare questa mozione perché il testo è stato modificato, nel corso della discussione, inserendo una frase che riconosceva il lavoro svolto in questo campo dall’assessore all’Ambiente Elena Gubetti. Personalmente ritengo che non stia svolgendo affatto un buon lavoro e per tale motivo non ho votato a favore.  Ciò premesso è ovvio che Cerveteri ha tanti problemi da risolvere e di cui sarebbe il caso di occuparsi in via prioritaria, uno di questi è senza dubbio la carenza di loculi nel nostro territorio che ormai è diventata una vera emergenza. Insieme ai consiglieri Piergentili e Ramazzotti ho presentato una mozione, bocciata dalla maggioranza, per impegnare l’Amministrazione a realizzare nuovi loculi al cimitero di Via dei Vignali, visto che esisteva già un progetto e il parere positivo della Sovrintendenza. Successivamente abbiamo presentato un emendamento al bilancio per destinare dei fondi alla realizzazione di questo progetto, bocciato anche questo dalla maggioranza che ha sempre ritenuto l’opera non conveniente (eppure parliamo di loculi destinati a garantire una degna sepoltura ai nostri defunti!). Grazie all’ottimo lavoro del Dirigente ai LL.PP. molto presto avremo 44 nuovi loculi al Sasso, per il momento nessun loculo a Cerveteri capoluogo, ma si tratta comunque di interventi tampone e l’emergenza resta.

Il sindaco Pascucci governa il comune ininterrottamente da oltre sette anni. Cosa è cambiato a Cerveteri dal 2012 ad oggi?

Personalmente dal 2012 ad oggi non ho visto alcun cambiamento positivo per Cerveteri. Tutte le faraoniche opere annunciate già nella campagna elettorale del 2012, dopo 7 anni e mezzo di Amministrazione Pascucci, o sono state abbandonate (come ad esempio, tanto per citarne una, il centro culturale che doveva nascere alla Boccetta nell’edificio dell’ex Cabina Enel sul quale sono stati spesi inutilmente soldi pubblici) oppure stentano a venire alla luce, come il primo asilo nido comunale promesso fin dal 2012 e oggi finalmente realizzato, ma ancora inattivo.  In questi anni ho visto solo tagliare nastri di opere già avviate da precedenti amministrazioni, mentre quelle promesse slittano di anno in anno e Cerveteri è ferma al punto di partenza. La verità è che questa amministrazione ha sempre fatto grandi proclami ai quali, però, ha fatto seguito solo un’assoluta mancanza di programmazione che, unita all’incapacità amministrativa, ha finito per creare l’emergenza in ogni settore. L’unico cambiamento che vedo è il degrado e l’abbandono del nostro territorio, un territorio ricco di potenzialità che non riceve la giusta attenzione e valorizzazione.

In cinquant’anni zero cambiamenti nella classe politica locale, e Pascucci, dopo ben sedici anni di attività politica in comune, viene ancora considerato una novità. Come vi state preparando per il futuro?

Io non credo affatto che Pascucci sia ancora considerato una novità, direi piuttosto che si è presentato come la novità, come il cambiamento, ma i fatti lo hanno ampiamente smentito. Il “voi” come vi state preparando per il futuro? Immagino sia riferito al centro destra che per anni, presentandosi diviso alle elezioni amministrative, ha favorito la vittoria della sinistra. In proposito  le dico che per quanto mi riguarda con il mio partito FDI, già da diverso tempo, abbiamo iniziato un dialogo ed un lavoro comune con gli amici della Lega che intendiamo portare avanti anche per il futuro e insieme ai quali abbiamo avviato un dialogo-confronto anche con cittadini e associazioni. Ci tengo però a precisare che anche con gli altri consiglieri di centro destra il dialogo non è mai venuto meno e, infatti, in consiglio comunale abbiamo sempre seguito una linea comune. Sono pertanto fermamente convinta che alle prossime elezioni ci sarà un centro destra unito capace di interpretare la volontà dei cittadini e vincere con ampio consenso.

 

 

Annalisa Belardinelli mamma, avvocato e politico

 

Anna Lisa Belardinelli, 45 anni, sposata e mamma di un bambino di nome Brando. Avvocato del foro di Civitavecchia, laureata all’Università di Roma “La Sapienza”, con “in tasca” un corso di perfezionamento post laurea alla LUISS, ex dipendente comunale, è impegnata in politica dal 2017 quando si è candidata a Sindaco arrivando a sfidare al ballottaggio il Sindaco uscente Alessio Pascucci che è stato rieletto. Anna Lisa Belardineli ha deciso di scendere in campo con la sua professionalità e conoscenza della macchina amministrativa per sradicare  un sistema e un modo di fare politica che lei ritiene poco attento alla valorizzazione del territorio e molto lontano dai cittadini e che oggi combatte nel suo ruolo di consigliere con la sua ferma e puntuale opposizione a questa Amministrazione.

A.S.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here