Emergenza climatica, per il premier Conte l’obiettivo sono le “emissioni zero”

“Vedo una chiara linea di continuità tra il Vertice sul Clima a cui ho partecipato poco più di due settimane fa a New York e la “sfida dell’idrogeno”. Alle Nazioni Unite sono intervenuto a nome dell’Italia tra una selezionata platea di Paesi che hanno mostrato una esplicita volontà di impegnarsi – pragmaticamente e collettivamente – nella lotta ai cambiamenti climatici e nella protezione dell’ambiente e della biodiversità.” Lo afferma il premier Giuseppe Conte intervenendo all’evento “The Hydrogen Challenge: 2019 Global ESG Conference”. “D’altra parte, un impegno di sostanza è quanto ci veniva chiesto, non solo dal Segretario Generale Guterres e dalla quasi unanimità dei Governi, ma soprattutto dalle nostre ragazze e dai nostri ragazzi. Consapevoli degli ostacoli che dobbiamo affrontare, l’Italia ha scelto quella che siamo convinti essere la giusta direzione: ridurre a zero le emissioni dannose per il clima e garantire crescita socio-economica e sostenibilità dei nuovi modelli”, sottolinea. “L’Italia, in materia di green economy e nella promozione di misure che mettono al centro l’economia circolare, ha un ruolo di primato, e vuole essere protagonista di un’inversione di marcia che sia coinvolgente per tutti gli altri Paesi che ancora nutrono qualche legittima diffidenza verso questa transizione energetica. L’Italia può fungere da da traino, per l’intera comunità Ue, lanciando la scommessa di una “stretta di mano” tra economia e ecologia”.