EDUCAZIONE ALLA LEGALITA’ CON GHERARDO COLOMBO

 

Ultimo appuntamento, ma solo per ora, per il ciclo di lezioni dedicate alla cultura della legalità. Dopo le iniziative del 29 ottobre e del 14 novembre, il 28 novembre gli studenti dell’Istituto Alberghiero di Ladispoli si sono recati all’UCI CINEMA del Parco Leonardo di Fiumicino per assistere in diretta satellitare all’incontro con Gherardo Colombo. ‘Tutti contro tutti? La solitudine della competizione, la condivisione della cooperazione’: questo il titolo della VII edizione dell’evento annuale dell’Associazione “Sulle regole”, dedicato a due ‘modelli geometrici’ della società, quello verticale basato sulla concorrenza e sull’agonismo e quello orizzontale basato sulla collaborazione fra diversi.  263 scuole, 108 cinema, oltre 24.000 studenti collegati in diretta: questi i numeri di un evento (120.500 studenti in totale nelle prime 6 edizioni), organizzato in collaborazione con Unisona, in grado ogni anno di stimolare la riflessione e la discussione sui temi più scottanti e più urgenti del presente.  Ex-magistrato, P.M. del pool Mani Pulite, ex-consigliere di Cassazione, dal 2009 Presidente della Casa Editrice Garzanti Libri, autore di numerosi saggi, Gherardo Colombo ha lasciato la magistratura nel febbraio 2007: “Ho fatto il magistrato per oltre trentatré anni. – ha dichiarato – E’ progressivamente maturata in me la convinzione che per far funzionare la giustizia fosse necessaria una profonda riflessione sulla relazione tra i cittadini e le regole. La giustizia non può funzionare, secondo me, se il rapporto tra i cittadini e le regole è malato, sofferto, segnato dall’incomunicabilità. Potevo continuare a fare il magistrato per altri quattordici anni, quando mi sono dimesso: ho deciso di smettere e di dedicarmi alla riflessione sulle regole proprio perché la ritengo indispensabile per il funzionamento della giustizia”. Da oltre dieci anni Gherardo Colombo è impegnato nella diffusione della cultura della legalità nelle scuole, attraverso incontri con studenti di tutta Italia. Per tale attività ha ricevuto il Premio Nazionale Cultura della Pace 2008. “Incontro dai 40.000 ai 50.000 ragazzi l’anno, in ogni parte d’Italia, ovunque mi invitino. – ha dichiarato Colombo – I giovani hanno molta voglia di essere coinvolti, purché si riconosca la loro importanza: è necessario che si sentano protagonisti e non spettatori, e per questo parlo muovendomi tra loro, in un continuo dialogo di domande e risposte reciproche”. “Educare non è facile in genere; non è facile per quel che riguarda le regole e il loro mondo, quasi sempre dato per scontato, quasi mai approfondito, per certi versi sconosciuto”. Anche nel corso dell’evento del 28 novembre ampio spazio è stato riservato alle domande degli studenti provenienti dai cinema collegati.