Scaricabarile tra istituzioni comunali e regionali mentre le famiglie soffrono

0
42

“Assistenza ai disabili, cinico scontro politico sulle responsabilità del blocco dei progetti”

Scaricabarile tra istituzioni comunali

e regionali mentre le famiglie soffrono

 

di Alberto Sava

 

Quanto sta accadendo tra Comune di Cerveteri e Regione Lazio sulla paralisi socio assistenziale è veramente grave. Da giorni stiamo seguendo l’involuzione dei fatti e poco importa che sia un problema di tempistica o di fondi, perdersi dietro tali questioni è sintono di una cinica autodifesa ad oltranza. Recentemente abbiamo dato ampio risalto alla notizia della grande generosità della comunità di Cerveteri con la donazione di oltre 13 mila euro raccolti in poche ore e donati alla famiglia di Valcanneto con due bambini affetti dal morbo di Batten. Mentre la cittadinanza mostra il volto della solidarietà, le istituzioni comunali e quelle regionale hanno gettato la maschera mostrando il loro vero volto. Di seguito vi diamo conto di una dichiarazione congiunta dei consiglieri comunali di minoranza Salvatore Orsomando ed Aldo De Angelis: “Un cinico botta e risposta quasi privo di umanità, quello tra il Comune di Cerveteri e l’assessore regionale Troncarelli (zingarettiana) inerente il blocco dei progetti del Distretto Socio Sanitario dedicato ai più deboli. Mentre l’esponente della Pisana punta i riflettori sulla quantità dei fondi erogati, l’assessore comunale di Cerveteri Cennerilli replica piccata parlando di tempistica ristretta che non ha dato la possibilità agli uffici di predisporre i bandi in tempo utile per proseguire i servizi interessati da tale finanziamento senza assumersi alcuna responsabilità e almeno dire con un briciolo di “umiltà”, scusate per il ritardo e per la scarsa considerazione. Risultato finale, famiglie con gravi problemi di disabilità senza assistenza, con i ‘piddini’ e regionali che battibeccano come fossero ed invece farebbero meglio a tacere. Alla comunit ed a tutti quei poveretti svantaggiati non frega un fico secco delle vostre scaramucce. Vergognatevi!”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here