Fusione Cerveteri-Ladispoli,il 28 marzo convegno sul progetto

0
55

Riceviamo e pubblichiamo – Il Comitato “Un solo comune per Ladispoli e Cerveteri” ha organizzato un Convegno di informazione e approfondimento sul progetto di fusione dei Comuni di Cerveteri e Ladispoli che si terrà Sabato 28 marzo 2020 alle ore 15.00, presso l’Aula Consiliare di Cerveteri, nel Palazzo del Granarone. Ormai attivo da diversi mesi, il Comitato, che si è ufficialmente costituito il 30 dicembre scorso, ha realizzato numerosi momenti di incontro ed assemblee pubbliche aperte a tutta la cittadinanza e agli operatori della società civile. È ora arrivato il momento di un vero e proprio Convegno in grado di offrire ai cittadini una panoramica più approfondita sulla proposta di fusione, ricevere pareri tecnico-amministrativi da parte di esperti sulla fattibilità del progetto e comprendere l’ottica istituzionale rispetto alla normativa vigente e agli orientamenti amministrativi. Per l’occasione sono stati invitati il Ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie Francesco Boccia, il Presidente dell’ANCI Antonio Decaro e il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti. Hanno già dato conferma della propria partecipazione attiva il Dott. Luigino Sergio, uno dei maggiori esperti in materia, che curerà l’illustrazione degli elementi di fattibilità del processo di fusione; il Presidente Antonello Barbieri del Coordinamento Nazionale per le Fusioni tra Comuni (FCCN, al quale il Comitato ha già aderito); il Prof. Donato Limone dell’Università Unitelma Sapienza di Roma, altro esperto in materie amministrative. Si attende inoltre la partecipazione del Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci e del Sindaco di Ladispoli Alessandro Grando. Il Convegno rappresenta, nelle intenzioni degli organizzatori, un passo in avanti per il progetto e un salto di qualità nell’approfondimento delle motivazioni e dei vantaggi, oltre che della reale fattibilità, di avviare concretamente il processo di fusione dei Comuni delle due città. Sono invitati alla partecipazione tutti i cittadini e le cittadine del territorio, che saranno proprio coloro che dovranno esprimersi, a conclusione dei passaggi tecnici ed istituzionali, sulla reale intenzione di avviare il processo di fusione. Vale soltanto la pena di ricordare che le due Città di Cerveteri e di Ladispoli hanno già posto in essere il seme della fusione nella realizzazione integrata di alcuni servizi essenziali per il cittadino, come l’assistenza sociale e il trasporto pubblico. Restano da conoscere ed intraprendere gli ulteriori passi per realizzare una vera e propria fusione amministrativa.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here