Roma, la Finanza sequestra sei imprese controllate dal clan Fasciani ad Ostia per un valore di oltre tre milioni di euro

guardia di finanza
Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Roma hanno confiscato, su disposizione della Corte di Appello capitolina, 6 imprese riconducibili al clan Fasciani di Ostia che gestiva uno stabilimento balneare, il ‘Faber Village’, oggi ‘Village’, per un valore complessivo di circa 3 milioni di euro. Il provvedimento, divenuto definitivo per effetto di pronunce della Corte di Cassazione, è la conclusione dell’operazione “Tramonto”, coordinata dalla Dda di Roma e condotta dai Finanzieri del Gico del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Capitale e del II Gruppo di Ostia. La sentenza in corso di esecuzione comporta la definitiva acquisizione da parte dello Stato delle 6 imprese. Lo stabilimento è aperto sotto il controllo di amministratori giudiziari. “Duro colpo al clan Fasciani di Ostia. Ringrazio giudici e Guardia di Finanza. Un’altra vittoria per i cittadini onesti. Andiamo avanti a testa alta contro la criminalità. #FuoriLaMafiaDaRoma”, ha twittato la sindaca Virginia Raggi.