Roma, Matteo Salvini visita il deposito Atac alla Magliana adiacente al campo rom

Matteo Salvini al deposito Atac alla Magliana
Matteo Salvini ha fatto visita al deposito Atac della Magliana, Roma, che sorge vicino ai campi rom. Le parole del leader della Lega auspicano un censimento dei campi rom in tutto il Paese; seguono poi parole di sostegno per gli autisti Atac. Matteo Salvini in visita al deposito Atac della Magliana non si lascia sfuggire l’occasione di dire dure parole sulla gestione dei campi rom. Il deposito, infatti, sorge adiacente al campo rom della zona sud ovest della capitale. “Il censimento dei capi rom resta un obiettivo, come la chiusura dei campi in tutto il paese”, dice il premier della Lega. Gli autisti dell’Atac che hanno accompagnato Salvini durante la visita al deposito, gli hanno mostrato le carcasse dei pullman, dati alle fiamme e abbandonate. I dipendenti Atac raccontano che nella notte gli abitanti dei campi rom si intrufolano nei depositi per rubare il gasolio, “come una banda criminale organizzata”. I dipendenti Atac, però, minimizzano: “Chi lavora alla Magliana è abituato”. Salvini invece è stupito e chiede che ci sia un censimento dei campi rom in tutta Italia, se non la loro chiusura: “Sarà l’obiettivo del prossimo sindaco”. E continua: “Gli autisti hanno il diritto di lavorare in tranquillità”. Non è la prima volta che il leader della Lega prende di mira i campi rom: obiettivo del suo partito, infatti, resta quello della chiusura definitiva. Solo l’anno scorso aveva mandato una lettera ai prefetti per chiedere la chiusura e lo sgombero di ogni campo rom.