Cannes, al Festival del Cinema è record di presenze di film “politici”

Il festival del Cinema di Cannes
È record. Sui diciotto film in concorso in questa 77/a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica (2-12 settembre) più della metà, ben dieci, sono a sfondo politico. C’è davvero di tutto, dalla figlia di Marx alle lotte di classe in un distopico Messico, dalla tragedia dello smembramento della Jugoslavia fino agli effetti di un attentato terroristico nell’Italia anni Ottanta. “Miss Marx” di Susanna Nicchiarelli racconta la vita ai limiti di una delle figlie del filosofo ed economista, Eleanor. Brillante e appassionata, lottò per i diritti delle donne e l’abolizione del lavoro minorile. “Wife of spy” di Kiyoshi Kurosawa è ambientato in Giappone, nel 1940. Un mercante di Kobe si reca nella Manciuria occupata dai giapponesi. “Padrenostro” di Claudio Noce è ispirato all’infanzia del regista e all’attentato che colpi il padre vicequestore di polizia nel dicembre del 1976. “And tomorrow the entire world” di Julis Von Heinz ha sullo sfondo la Germania è colpita da una serie di attacchi terroristici neofascisti. “Nuevo orden” di Michel Franco racconta la lotta di classe in Messico.
Con “Quo vadis Aida?” di Jasmila Zbanic siamo nel 1995, durante le guerre che portarono allo smembramento della Jugoslavia. “Sun children” di Majid Majidi racconta del dodicenne Ali e dei suoi tre amici che lavorano duramente per sopravvivere e sostenere le loro famiglie commettendo pure piccoli crimini per fare soldi in fretta. “Notturno” di Gianfranco Rosi è stato girato nel corso di tre anni fra Siria, Iraq, Kurdistan, Libano. “Laila” “In Haifa” di Amos Gitai si svolge invece in un locale notturno di Haifa frequentato da israeliani e palestinesi. “Cari compagni” di Andrei Konchalovsky ci porta in Urss, Novocherkassk, 1962. Lyudmila, membro del partito comunista locale, è una militante integralista. Durante una manifestazione, la donna assiste a una sparatoria contro dimostranti ordinata dal governo per reprimere lo sciopero: un evento che cambierà per sempre il suo mondo.