La Polizia di Stato sempre in prima linea per il contrasto allo spaccio di droga

 

Vicina anche alle vittime di violenza domestica

 

Nei giorni scorsi, gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Civitavecchia, diretto da Paolo Guiso, durante un’indagine per aggressione ai danni di un 21enne da parte di 4 coetanei e nell’ambito dei servizi volti al contrasto dei reati inerenti lo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno contestato a due, dei quattro giovani indagati civitavecchiesi, il possesso e la detenzione di cocaina e hashish nonché materiale utile per il confezionamento delle dosi di stupefacente. Durante l’attività info-investigativa si apprendeva che l’aggressione in questione era scaturita per motivi legati agli stupefacenti ed in particolare che i due giovani, entrambi con precedenti specifici, detenevano nelle proprie abitazioni sostanze stupefacenti. Sulla scorta di quanto appreso si procedeva alla perquisizione domiciliare dove si rinvenivano rispettivamente un involucro del peso lordo di 0,38 grammi contenente cocaina nonché materiale per il confezionamento delle dosi e un involucro contenente hashish del peso lordo di 2,00 grammi. All’esito di quanto rinvenuto si procedeva alla contestazione e al sequestro amministrativo a carico di entrambi. Sabato scorso inoltre, veniva notificato, ad 52enne residente nel comune di Tolfa, l’ammonimento del Questore di Roma in quanto resosi responsabile di percosse e lesioni,  nei confronti della moglie che, refertata presso il locale pronto soccorso di Civitavecchia, riportava un trauma contusivo agli arti inferiori.