Coronavirus, parla la sottosegretaria alla Salute Zampa: “L’obiettivo del Dpcm è quello di fare uno sforzo grande per piegare la curva in un mese”

La sottosegretaria alla Salute, Sandra Zampa
“L’obiettivo del Dpcm è quello di fare uno sforzo grande” per piegare la curva “in un mese. La ratio del Dpcm è far sì che la socialità diventasse più rarefatta, perché i veri focolai sono in famiglia e in ufficio. Se dopo che hai lavorato e hai fatto la spesa non ti restano occasioni di svago vai a casa”. Lo ha detto la sottosegretaria alla Salute Sandra Zampa a ‘UnoMattina’ su RaiUno. Il “rischio è che i numeri, se sfuggono, possono diventare mostruosi”. Zampa non ha nascosto che si chiede agli italiani “uno sforzo grande”, e ha assicurato che le linee guida per i locali “non sono superate, e verrà il momento che, al 24 novembre, torneranno in vigore se i dati saranno più bassi”. Quanto ai tamponi “non credo che cambierà la linea, che è quella di farli nella maggiore misura possibile. Inevitabilmente si parte da un sintomatico, ma se il modello che è stato disegnato da noi e che molte Regioni hanno adottato funziona, di fronte alla telefonata di un sintomatico arriva l’Usca, fa il tampone e nel frattempo si sta a casa”.