Coronavirus, parla Silvio Brusaferro (Iss): “Ci troviamo oggi in una fase di mitigazione, ovvero una situazione in cui sono necessarie misure sociali per rallentare i contatti tra le persone e, quindi, la diffusione del virus”

Silvio Brusaferro, presidente dell'Istituto Superiore di Sanità
“L’indice Rt sta crescendo più lentamente. Quasi tutte le Regioni sono a rischio alto o moderato. Violare le regole, individualmente e socialmente, comporta la difficoltà di modellare la curva e la necessità di adottare provvedimenti più restrittivi a livello sociale”. Lo ha sintetizzato il presidente dell’Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro, in conferenza stampa al ministero della Salute sull’analisi dei dati del monitoraggio regionale della cabina di regia in relazione all’emergenza coronavirus. “Ci troviamo oggi in una fase di mitigazione, ovvero una situazione in cui sono necessarie misure sociali per rallentare i contatti tra le persone e, quindi, la diffusione del virus” Sars-CoV-2. “In tutto il paese la crescita” del contagio “è molto significativa. La battaglia per interrompere la circolazione del virus e riportare i numeri ad una dimensione sostenibile per i nostri servizi sanitari passa soprattutto attraverso le scelte e i comportamenti quotidiani di ognuno di noi”. “La triade distanziamento, mascherina e igiene delle mani è la chiave di lettura che a marzo ci ha consentito di riportare pidamente la curva ad una dimensione contenuta e in decrescita per mesi. Violare le regole, individualmente e socialmente, comporta la difficoltà di modellare la curva e la necessità di adottare provvedimenti più restrittivi a livello sociale”.