Milano, 66enne tenta di uccidere la moglie e la suocera. Sono tutti ricoverati al San Carlo in gravi condizioni

Carabinieri e ambulanza a Milano
Un uomo di 66 anni ha tentato di uccidere a coltellate la moglie di 62 anni e la suocera di 92 in un appartamento di via Lambruschini alla periferia Nord di Milano nella mattina di domenica 22 novembre dopo le 6, Le due donne sono state trasportate in gravissime condizioni all’ospedale Niguarda di Milano con ferite all’addome e al torace. L’uomo ha poi cercato di uccidersi e si è procurato delle ferite che non sarebbero comunque gravi .è stato trasportato all’ospedale San Carlo. E’ stato lui stesso a dare l’allarme chiamando il 118. Sul posto sono subito anche intervenuti i carabinieri della radiomobile e della compagnia Magenta. Il Pontefice esorta ad andare oltre i modelli filantropici di assistenzialismo: “Non basta puntare sulla ricerca di palliativi nel terzo settore o in modelli filantropici. Benché la loro opera sia cruciale, non sempre sono capaci di affrontare strutturalmente gli attuali squilibri che colpiscono i più esclusi e, senza volerlo, perpetuano le ingiustizie che intendono contrastare. Infatti, non si tratta solo o esclusivamente di sovvenire alle necessità più essenziali dei nostri fratelli. Occorre accettare strutturalmente che i poveri hanno la dignità sufficiente per sedersi ai nostri incontri, partecipare alle nostre discussioni e portare il pane alle loro case. E questo è molto più che assistenzialismo: stiamo parlando di una conversione e trasformazione delle nostre priorità e del posto dell’altro nelle nostre politiche e nell’ordine sociale”.