Il Sindaco smentisce l’istituzione di zone rosse a Santa Marinella: “Solo titoli acchiappa click”

Il Sindaco di Santa Marinella, Pietro Tidei
“Vedo con estremo dispiacere che c’è chi ancora ha voglia di scherzare su temi talmente seri che coinvolgono la salute e la perdita di vite umane che davvero non mi capacito di come si possa essere così irresponsabili. Si tenta forse di travisare le mie parole, con titoloni ad effetto che non hanno alcun riscontro nella realtà dei fatti. Io non ho mai detto di essere pronto a chiudere la città, ma solo di essere preoccupato per l’aumentare dei casi di positività arrivati quasi a quota 100 e pertanto di essere obbligato com’è anche nei miei doveri di sindaco e di autorità sanitaria del comune di valutare possibili e ulteriori forme di contrasto del diffondersi del virus. Credo che disporre più controlli del territorio sul rispetto delle norme, sia solo un’iniziativa dovuta a tutele della salute. Chi non lo capisce è perché forse non vuol capirlo e comunque stiamo monitorando l’evolversi della situazione e nel caso si rendesse necessario potremo adottare ulteriori nuove disposizioni. Per ora non è stata istituita nessuna zona rossa ma è solo in vigore un’ordinanza che vieta assembramenti nelle piazze del centro storico di Santa Marinella, in particolare nella zona di Caccia e Riserva, dove sono soliti incontrarsi e raggrupparsi alcuni giovani. Per il resto chiedo solo di attenersi a quanto disposto dall’ultimo DPCM, indossare la mascherina non affollare negozi bar e ristoranti nelle ore di apertura al pubblico”. Così in una nota il Sindaco di Santa Marinella, Pietro Tidei.
AGGIORNAMENTO del 30.11.2020 ore 18.28

Commosso ricordo per il Presidente Francesco Nerli

Una giornata triste per la perdita di un sincero amico e di un grande personaggio dalle indubbie capacità umane e professionali.” L’attuale Sindaco di Santa Marinella Pietro Tidei ed ex primo cittadino di Civitavecchia, ha espresso le sue più sincere condoglianze a tutta la famiglia del primo Presidente dell’Autorità portuale Francesco Nerli. “È stato, senza ombra di dubbio, un grande Presidente perché soprattutto a lui si deve oggi la grande ascesa del Porto di Civitavecchia. Fu proprio la mia giunta quando era alla guida della città portuale, che lo propose al Governo di allora, subito dopo alla riforma dei porti italiani, la nomina alla guida dell’Authority. Era il 1994 quando per appunto ricoprivo la carica di Sindaco di Civitavecchia quando, con il compianto presidente Nerli partecipammo per la prima volta al Sea Trade di Miami, E grazie a questa coraggiosa iniziativa e intuizione che si deve senza ombra di dubbio lo sviluppo del porto di Civitavecchia che si è trasformato nel corso degli anni da scalo per i traghetti diretti in Sardegna al primo porto crocieristico del Mediterraneo. La scelta di porre Nerli a capo dell’Autorità Portuale grazie alla collaborazione che nacque ha sicuramente portato a raggiungere già in breve tempo grandissimi risultati in termini di sviluppo dello scalo Vespucci e questo anche grazie ai cospicui finanziamenti arrivati all’epoca a Civitavecchia. A Nerli mi legava anche un profondo rapporto di stima, oltre che di amicizia e una comune militanza politica nell’allora partito Comunista. Voglio sperare ora, rivolgendo il mio personale invito all’attuale giunta municipale di Civitavecchia e in particolare al Sindaco Ernesto Tedesco di voler dar seguito alle parole di cordoglio espresse unanimemente in città per la scomparsa di Nerli con un atto formale, come l’intitolazione di una strada, una piazza o anche un sito importante all’interno di Molo Vespucci. Ritengo sia questo un gesto doveroso per ricordare la figura di un uomo che tanto si è speso per la crescita e lo sviluppo non solo della Porto, ma dell’intera città e non posso che essere onorato oggi per essere stato al fianco di Nerli di aver potuto contribuire con il mio impegno politico e amministrativo al suo forse ineguagliabile comportamento di presidente dell’Authority.

 

AGGIORNAMENTO del 30.11.2020 ore 19.06

“Smentisco qualsivoglia ingerenza riguardo all’amministrazione di Civitavecchia”

“A proposito della nuova Giunta Tedesco tengo a precisare che non ho suggerito nessun assessore in quanto non è la mia giunta, né appartenente al mio schieramento politico che da 51 anni è quello di centro sinistra. Ho semplicemente apprezzato la scelta di due assessori che al di la’ della loro appartenenza politica (che io non conosco) sono due donne valide e dotate di una competenza e professionalità di livello. Come peraltro lo erano i due assessori che sono stati sostituiti da Tedesco. Preciso che non sono interessato ai giochi di potere che hanno indotto il Sindaco a promuovere questo incomprensibile rimpasto. Tedesco avrà avuto le sue buone ragioni. Problemi del centro destra che sicuramente si ricompatterà perche fuori dal potere non resisteranno tanto”. Queste le parole del sindaco Pietro Tidei.