Torna alla luce la storica piscina dietro lo stadio di Cerveteri

Per più di 30 anni è rimasta ricoperta da rovi, erbacce e tanta sporcizia. La famosa piscina, mai in uso, che nasceva a Cerveteri negli anni 80, è stata abbandonata finendo nel degrado più completo, spesso al centro di dibattiti e scontri politici per il suo mancato funzionamento. Dopo tanti anni per volontà della società sportiva Città di Cerveteri, nei giorni scorsi sono stati eseguiti i lavori di ripulitura che hanno portato alla luce uno spazio in cui potrebbero nascere aree dedicate al divertimento e allo sport. Il presidente Fabio Iurato non ha esitato a ripulire una zona che era uno ricettacolo di immondizia, erbacce e topi. “Era in condizioni spaventose, con i ratti che uscivano dalla piscina e raggiugevano gli spogliatoi – commenta il presidente Iurato – Pertanto devo ringraziare il nostro staff che si è impegnato con fatica a riconsegnare alla città uno spazio che fino a ieri era un cartolina indecorosa. Fa un certo effetto rivederlo in uno stato più decente e penso che i cittadini meritino di avere un’area dedicata allo sport”. Una piscina mai in funzione, il simbolo sportivo della vergogna che anni addietro accese molti scontri tra cittadini e politici, colpevoli di aver dato vita a una piscina comunale di cui Cerveteri non ha mai goduto. Resteremo spettatori in attesa di sapere quale futuro spetterà a questa struttura che tanto farebbe comodo alla nostra comunità.