Coronavirus, si abbassa l’età media dei contagiati, ora è di 44 anni

Un reparto di terapia intensiva Covid
L’età media dei positivi al Covid in Italia sta calando: dopo essere arrivata a 49 anni, nelle ultime tre settimane è scesa a 44 anni. Si legge nell’aggiornamento nazionale sui dati Covid pubblicato dall’Iss sul suo sito. “L’età mediana dei casi confermati di infezione da Sars-CoV-2 segnalati dall’inizio dell’epidemia – sottolinea il report – è pari a 47 anni (range 0-109 anni)”, ma “a partire dalla fine di aprile si osserva un chiaro trend in diminuzione con l’età mediana che passa da oltre 60 anni nei primi due mesi dell’epidemia a circa 30 anni nella settimana centrale di agosto, per poi risalire lentamente fino a 49 anni e riscendere a 44 anni nelle ultime tre settimane”.  Dal report emerge inoltre che una persona su tre nella fascia 80-89 anni ha già ricevuto almeno una dose di vaccino. “Analizzando i dati per fascia di età – si legge – il gruppo che in proporzione ha ricevuto il numero maggiore di dosi è la fascia >= 90 anni (il 40% circa ha ricevuto almeno una dose), seguito dalla fascia 80-89 anni (il 32% circa ha ricevuto almeno una dose”. Peraltro, sottolinea il rapporto, “analizzando il numero di casi di infezione da Sars-CoV-2 nella popolazione suddivisa per fascia di età < 80 anni e >= 80, anni si osserva un andamento molto simile nelle due fasce fino alla seconda metà di gennaio e successivamente un calo nella popolazione di età >= 80 anni con una piccola inversione di tendenza nell’ultima settimana. Un’ulteriore diminuzione del numero di casi e della gravità dello stato clinico in questa fascia di età – spiega l’Iss – sono attese nelle prossime settimane in risposta all’aumento della copertura vaccinale”.